La Cina copia e registra come suoi 25 marchi Ue

Italia e altri 7 Paesi Ue pronti azione legale
Pechino deve annullare 25 marchi registrati come suoi quando sono Dop e Igp europei

Un'azione legale in Cina per chiedere l'annullamento di 25 marchi nella Repubblica popolare registrati con la stessa denominazione di altrettante Dop e Igp europee.
E' quanto potrebbero decidere presto otto paesi Ue: Italia, Francia, Spagna, Grecia, Portogallo, Germania, Ungheria e Romania.
La notizia, supportata da documenti del ministero dell'agricoltura greco, è stata originariamente riportata dai media specializzati di Atene e viene confermata da fonti italiane.

Gli otto paesi potrebbero agire insieme per rendere più efficace l'azione dei singoli Stati e per ridurre i costi per l'azione legale. A inizio giugno Ue e Cina hanno siglato un accordo per la tutela reciproca di 200 (cento per parte) alimenti e bevande Dop e Igp che dovrebbe essere finalizzato entro dicembre.