Il turismo del vino nel bolognese

Il 26 novembre a Zola Pedrosa (BO), presso la villa Edvige Garagnani, in via Masini 11 si terrà il convegno nazionale "Il turismo del vino"; l'evento, presentato alla stampa dal Movimento turismo del vino, è stato organizzato dall'associazione "Luigi Veronelli", dal Consorzio dei vini dei Colli bolognesi e dalla Strada dei vini e dei sapori "Città Castelli Ciliegi"Il movimento Turismo del Vino, e vanta il patrocinio di importanti associazioni enoturistiche e delle principali istituzioni della Regione Emilia-Romagna. Il convegno, rivolto principalmente a operatori del settore, è un momento importante di riflessione riguardo alle tematiche del turismo del vino, che verranno affrontate in tale sede con serietà e rigore. Sempre più attuale il tema dell'enoturismo in un paese come l'Italia ad altissima vocazione turistica, che però sembra restio a utilizzare tutte le potenzialità che lo contraddistinguono. Ed è proprio il turismo del vino che negli ultimi anni si è dimostrato una forza trainante dell'economia, con un indotto e una richiesta che aumenta progressivamente. Questo è riscontrabile anche dai dati Censis relativi a un sondaggio che riguarda proprio il Movimento Turismo del Vino e il cui risultato dà ragione a chi ha creduto nell'enoturismo, poiché "il turismo del vino cresce bene e in controtendenza".
Lunga la lista di nomi illustri nel panorama italiano che prenderanno parte al convegno in qualità di relatori e che avranno modo di fare il punto della situazione, confrontarsi e lanciare progetti da sviluppare concretamente con proposte mirate.
L'associazione per la tutela e la promozione del vino italiano "Luigi Veronelli", attiva dal 2005 nella promozione e nella valorizzazione della tradizione enologica del nostro paese, è impegnata nel favorire la realizzazione di adeguate politiche in campo culturale, sociale e fiscale finalizzate alla tutela del vino italiano e delle sue zone di produzione, anche in connessione con le aree di tipicità dei prodotti alimentari nazion ali.
Proprio per questo il Movimento Turismo del Vino ha aderito prontamente e con entusiasmo all'associazione, condividendone le finalità e sostenendone le iniziative sia sul piano promozionale sia attraverso la partecipazione. In questo caso specifico, sarà Francesco Lambertini, presidente dell'MTV, a entrare nel vivo del dibattito e a discutere di "turismo del vino", forte del fatto che si fa portavoce di ben mille cantine associate in tutta Italia, che hanno fatto dell'enoturismo una scelta. Ad aprire i lavori e a salutare i presenti saranno Luca Visconti di Modrone, presidente del Consorzio Vini dei Colli Bolognesi, Giancarlo Borsari, sindaco di Zola Predosa, Roberto Tedeschi, presidente dell'Unione dei Comuni della Valle del Samoggia, e Gabriella Montera, assessore all'Agricoltura della Provincia di BOlogna.
Interverranno nella discussione Francesco Lambertini, il quale introdurrà al pubblico presente l'esperienza ultradecennale dell'associazione enoturistica nazionale, i traguardi raggiunti in questi anni e le sfide da affrontare in futuro. A seguire gli interventi dell'on. Lino Rava, preseidente dell'associazione Enoteche pubbliche e Strade dei vini e dei sapori, e di Floriano Zambon, presidente dell'associazione Città del vino. A condurre la discussione il presidente della Strada dei vini e dei sapori "Città Castelli Ciliegi", Augusto Riccò; il dibattito sarà altresì animato dai preziosi apporti dell'assessore all'Agricoltura della Regione Emilia-Romagna, Tiberio Rabboni, dal vicepresidente e assessore al Turismo della Regione Abruzzo, Enrico Paolini, dal presidente ENIT, Amedeo Ottavini, e dal sottosegretario del ministero delle Attività Produttive, on. Giovan Battista Caligiuri. Al termine dei lavori prenderanno la parola il sen. Walter Vitali e la sen. Laura Bianconi, rispettivamente tesoriere e presidente dell'associazione Luigi Veronelli.

Fonte: Movimento Turismo del Vino