Gli Usa temono il sistema di protezione dei prodotti tutelati dall'Ue

Dagli Usa affermano che le Dop e le Igp pesano sul deficit commerciale con l'Unione europea e una nota del Dipartimento del commercio sostiene che si necessario fermare il "pericoloso" sistema europeo

BRUXELLES – Il sistema delle Dop e Igp europee "contribuisce all'asimmetria" negli scambi agroalimentari tra Usa e Ue, settore in cui gli Stati Uniti soffrono di "un significativo deficit".
È quanto si legge in un rapporto del Dipartimento di Stato per il commercio americano, che sottolinea come gli Usa stiano lavorando per evitare che i tentativi dell'Ue di "espandere il pericoloso sistema (delle Dop e Igp) oltre il suo territorio", con gli accordi commerciali si traduca in minore accesso ai mercati dei prodotti americani.

Come per esempio potrebbe succedere con l'accordo Ue-Canada, che potrebbe entrare in vigore, anche se in via provvisoria, entro giugno.
In caso di coesistenza di denominazioni, l'accordo prevede che nessun nuovo produttore, americani inclusi, potrà entrare nel mercato canadese usando denominazioni protette incluse nel trattato, a meno di non specificare che il loro prodotto non è l'originale, ma un'imitazione (ad esempio formaggio "tipo feta", "feta-like").

ansa.it