Dal 2005 una Rete europea di aiuto ai consumatori

Nasce la nuova rete europea di aiuto ai consumatori che sara' operativa nell'Ue dall'inizio del prossimo anno. Lo ha annunciato, a Bruxelles, il commissario europeo alla salute e alla protezione consumatori David Byrne, precisando che il nuovo network nascera' dalla fusione di due reti gia' esistenti: il Centro europeo dei consumatori o ''Euroguichet'' e la Rete extragiudiziaria europea. Euroguichet, creato agli inizi degli anni novanta, fornisce informazioni e assistenza nelle questioni transfrontaliere, mentre la rete extragiudiziaria risale al 2001 e aiuta i consumatori a risolvere i loro conflitti grazie a modalita' alternative, facendo ad esempio ricorso a mediatori.
La nuova struttura rientra nelle iniziative portate dalla Commissione europea per sensibilizzare i cittadini dell'Unione sui loro diritti in quanto consumatori e fornendo loro un servizio completo di informazioni in caso di contenziosi.
"Il diritto comunitario – ha tenuto a sottolineare Byrne – assicura una protezione notevole ai consumatori. I cittadini devono conoscerli e sapere come farli rispettare, affinche' questa protezione giuridica diventi di uso corrente".
Il commissario ne e' convinto: "la nuova rete permettera' ai cittadini di conoscere i loro diritti e di beneficiare di un trattamento equo nell'ambito del mercato comune europeo".
L'importanza di una rete di supporto ai consumatori e' sottolineata anche dai risultati di un'inchiesta di Eurobarometro sui ''cittadini Ue e l'accesso alla giustizia''; dai sondaggi effettuati, ha reso noto la Commissione, risulta che "circa il 60% delle persone interpellate" conoscono l'esistenza di metodi alternativi di risoluzione dei conflitti, come la figura del mediatore o i sistemi di ricorsi. Inoltre, il 58% degli intervistati sostiene che, se se si trovasse in una situazione di conflitto transfrontaliero, consulterebbe la rete extragiudiziaria per ottenere informazioni sulle modalita' alternative di risoluzione dei conflitti.
Fonte: www.ansa.it