Conto alla rovescia per il “Salone del Gusto”

Cibo +/= Territori, una nuova geografia del pianeta: ecco l’edizione 2010 del Salone internazionale del Gusto di Slow Food, a Torino (Lingotto fiere) dal 21 al 25 ottobre, insieme a terra madreTerritorio e cibo. O meglio, “Cibo +/= territori”.

Ecco i due pilastri del Salone del Gusto 2010, firmato da Slow Food insieme alla Regione Piemonte e alla Città di Torino, di scena a Lingotto Fiere dal 21 al 25 ottobre, insieme a Terra Madre, la mondiale delle comunità del cibo, che riunisce attori della filiera agroalimentare da 150 Paesi.
La relazione è semplice: senza territorio non esisterebbe il cibo, espressione del terreno, del clima, del savoir faire; attraverso il cibo ogni territorio esprime le sue caratteristiche peculiari, riconoscibili. Il cibo, come parte edibile e concreta della nostra identità, come elemento che plasma il paesaggio, come espressione culturale. Il territorio inteso come luogo che appartiene alle persone che vi sono nate o vi abitano, e di quel luogo hanno cura e conoscenza. Territorio coniugato al plurale, però: per esaltare la diversità di luoghi, culture, conoscenze, coltivazioni, pratiche. I territori come luogo di scambio, perché non c’è identità senza relazione e confronto con l’altro. Territori che disegnano una nuova geografia del Pianeta, una mappa del cibo di colori e sapori. Ed anche lo spazio espositivo al Salone del Gusto seguirà questa filosofia, e sarà organizzato non pià per vie tematiche e Presìdi, ma ogni Regione o Paese del mondo presenta le sue produzioni, i suoi progetti, le sue cucine.
Altro tema caro a Slow Food e a Terra Madre è l’attenzione all’ambiente, e anche per questa edizione continua la collaborazione con il Politecnico di Torino, in collaborazione con l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, con iniziative che si basano su una progettazione efficiente nell’allestimento, nei trasporti delle merci, nella gestione dei rifiuti, dell’acqua e dell’energia del Salone torinese.
Il Salone del Gusto 2010 è organizzato da Regione Piemonte, Città di Torino e Slow Food; sponsor ufficiali sono Lurisia, Consorzio per la Tutela dell’Asti docg, Lavazza, Consorzio del Parmigiano Reggiano, Intesa Sanpaolo e Pasta Garofalo.
Terra Madre è realizzato da Ministero delle Politiche Agricole Alimentari Forestali, Cooperazione Italiana allo Sviluppo – Ministero Affari Esteri, Regione Piemonte, Città di Torino e Slow Food, in collaborazione con Fondazione CRT, Compagnia di San Paolo, Associazione delle Fondazioni delle Casse di Risparmio Piemontesi e Coldiretti Piemonte.
Info: www.salonedelgusto.it