Aumenterà la pubblicità nelle TV europee

La televisione europea sarà piú simile a quella americana? Il commissario per la società dell'informazione Viviane Reding respinge le accuse, ma il suo progetto di revisione della direttiva sulla televisione senza frontiere fa discutere. I programmi del futuro saranno ancor piú ricchi di pubblicità, fino al 30% in piú secondo l'agenzia francese Carat.
A Parigi, NPA Conseil, un altro ente specializzato nell'adiovisivo ha organizzato una conferenza. Spiega il direttore : "La novità maggiore per il consumatore- dice Philippe Bailly- riguarda la pubblicità, e la possibilità per le tv di interrompere di piú i programmi, viene eliminata la regola che fino ad ora vietava di tagliare le trasmissioni piú di una volta ogni venti minuti".
E la pubblicità si insinuerà anche direttamente nelle fiction e vedremo il commissario Rocca vantare le lodi della sua nuova Punto…
Per la presidente dell'Unione sindacale della produzione adivisiva è la fine di un ipocrisia, perché sottolinea Simone Harari- "sulle tv europee ci sono molti telefilm americani, e gli americani piazzano i prodotti nei loro film., coca cola, jeep… I telespettatori europei subiscono questo solo per i programmi americani e mai, per dei programmi europei e dei prodotti europei.
La direttiva non sarà applicata solo alla tv herziana, ma anche a tutte le nuove tecnologie, tv su internet, video on demand e la televisione sui telefonini.
La riforma sarà presentata all'esecutivo europeo, il 13 dicembre.

Fonte: Euronews