Anche i ''pomodori'' arrivano dalla Cina

L'Italia, Paese del Sole, zona di produzione di ortaggi famosi e fra questi i pomodori che della Sicilia sono il vanto.
Proprio pr questa ragione l'isola è stata scelta per ospitare un importante Convegno internazionale dedicato al pomodoro che si svolgerà a Ragusa dal 24 al 27 maggio dal titolo "Tomato Conference".
Dalla Cina però arrivano avvisaglie contrarie alla nostra produzione; non passa ormai giorno che i mercati nazionali non siano invasi dai prodotti cinesi.
Oltre ai prodotti tessili, che hanno suscitato tanto scalpore per la concorrenza dei prezzi, ora arrivano fagioli secchi, mele, pere, agli, cipolle, pinoli, vino e adesso anche i pomodori e persino la "pummarola" verace ''made in China'', mettendo in grande difficolta' le nostre produzioni.
Nel 2004 le importazioni di ortofrutta dal Paese asiatico sono cresciute del 200 per cento, mentre nel complesso dell'agricoltura si e' avuto un aumento del 136,5 per cento.
Una tendenza che sembra sempre piu' destinata a consolidarsi.
Intanto il nostro Pil si indebolisce e la stagnazione continua…
Chissà se il meeting internazionale "Tomato conference" saprà rilanciare strategie innovative affinché il mercato del pomodoro rimanga un settore d'eccellenza del "made in Italy" agroalimentare?
Auspichiamo che ciò avvenga.

Danila ORSI