Al via la IV edizione di Milano ''Expo dei Sapori''

Si tiene mecoledì 26 ottobre,alle ore 12.00 presso la Sala delle Colonne di Via San Paolo 12 a Milano la conferenza stampa di presentazione della quarta edizione di Expo dei Sapori che si terrà a Milano dal 4 al 7 novembre presso Fiera Milano City.
A spiegare le tante novità del salone dell’enogastronomia e dei prodotti tipici di quest’anno, saranno il vicepresidente della Regione Lombardia Viviana Beccalossi, il presidente di Ge.Fi Antonio Intiglietta e il giornalista autore de Il Golosario Paolo Massobrio, che commenta: “Expo dei Sapori è diventato un laboratorio di idee, dove è necessario venire ad ascoltare le tendenze che sono in atto, in un ambito dove i migliori produttori d’Italia, del piccolo artigianato alimentare, si mettono in mostra.” E difatti, sul sito internet www.expodesapori.it piovono le richieste per partecipare agli Agorà del Gusto che saranno realizzati durante tutto il corso della fiera. I più curiosi? Quelli sull’archeologia gastronomica lombarda e sul fenomeno dei microbirrifici previsti per sabato 5 novembre, quelli sui formaggi nei wine bar e sull’happy hour di qualità programmati per il 7 novembre, giornata di chiusura della manifestazione. Si comincia il giorno di apertura con il confronto tra la cucina ricca e quella povera interpretate da Ezio Santin e Davide Oldani, ma grande attesa c’è anche per la sfida di Iginio Massari, il re dei pasticcieri che, 0000,0000,0000domenica 6 novembre alle ore 15.30, parlerà della convenienza, per gli alberghi, a fare la colazione di qualità. Convenienza che sarà paragonata, costi alla mano. Ma sabato 5 novembre ci saranno anche, in arrivo da Parigi, gli eredi del celebre Poilâne, per parlare della Panetteria da Ascolto, e ancora di pane si occuperà Giovanna Ruo Berchera in un Agorà dedicato ai suoi segreti nella ristorazione. Domenica 6 novembre sarà la giornata clou con la premiazione dei Top Hundred, i 100 migliori vini d’Italia, e la realizzazione del primo convegno nazionale sulle Boutique del Gusto: termine coniato da Paolo Massorbio e dal suo Golosario per identificare quei negozi di alimentari in cui è possibile trovare prodotti artigianali di eccellente qualità. Il Golosario 2006 ne recensisce 2.454 (divisi tra enoteche, panetterie, pasticcerie, gelaterie, macellerie, salumerie, gastronomie e vere e proprie dispense del buon cibo) e tutti sono stati invitati a partecipare a questo evento unico nel suo genere, che terrà a bettesimo anche due neonate associazioni: quella degli “Affinatori di formaggi” con Alberto Marcomini, Presidente Onorario dell'Istituto Nazionale delle Arti Casearie e quella delle “Botteghe d'Italia" presentata dal suo presidente Guido Porrati. Chiuderà la giornata di domenica l'Agorà sul vino da meditazione con i campioni internazionali sommelier Fabio Scarpitti e Paolo Basso. Lunedì invece, il gran finale è previsto con la presentazione della Guida Critica & Golosa alla Lombardia, edizione 2006 che celebra le corone radiose per la miglior tavola di ogni provincia.. A spiegare le tante novità del salone dell’enogastronomia e dei prodotti tipici di quest’anno, saranno il vicepresidente della Regione Lombardia Viviana Beccalossi, il presidente di Ge.Fi Antonio Intiglietta e il giornalista autore de Il Golosario Paolo Massobrio, che commenta: “Expo dei Sapori è diventato un laboratorio di idee, dove è necessario venire ad ascoltare le tendenze che sono in atto, in un ambito dove i migliori produttori d’Italia, del piccolo artigianato alimentare, si mettono in mostra.” E difatti, sul sito internet www.expodesapori.it piovono le richieste per partecipare agli Agorà del Gusto che saranno realizzati durante tutto il corso della fiera.
I più curiosi? Quelli sull’archeologia gastronomica lombarda e sul fenomeno dei microbirrifici previsti per sabato 5 novembre, quelli sui formaggi nei wine bar e sull’happy hour di qualità programmati per il 7 novembre, giornata di chiusura della manifestazione. Si comincia il giorno di apertura con il confronto tra la cucina ricca e quella povera interpretate da Ezio Santin e Davide Oldani, ma grande attesa c’è anche per la sfida di Iginio Massari, il re dei pasticcieri che, domenica 6 novembre alle ore 15.30, parlerà della convenienza, per gli alberghi, a fare la colazione di qualità. Convenienza che sarà paragonata, costi alla mano. Ma sabato 5 novembre ci saranno anche, in arrivo da Parigi, gli eredi del celebre Poilâne, per parlare della Panetteria da Ascolto, e ancora di pane si occuperà Giovanna Ruo Berchera in un Agorà dedicato ai suoi segreti nella ristorazione. Domenica 6 novembre sarà la giornata clou con la premiazione dei Top Hundred, i 100 migliori vini d’Italia, e la realizzazione del primo convegno nazionale sulle Boutique del Gusto: termine coniato da Paolo Massorbio e dal suo Golosario per identificare quei negozi di alimentari in cui è possibile trovare prodotti artigianali di eccellente qualità. Il Golosario 2006 ne recensisce 2.454 (divisi tra enoteche, panetterie, pasticcerie, gelaterie, macellerie, salumerie, gastronomie e vere e proprie dispense del buon cibo) e tutti sono stati invitati a partecipare a questo evento unico nel suo genere, che terrà a bettesimo anche due neonate associazioni: quella degli “Affinatori di formaggi” con Alberto Marcomini, Presidente Onorario dell'Istituto Nazionale delle Arti Casearie e quella delle “Botteghe d'Italia" presentata dal suo presidente Guido Porrati. Chiuderà la giornata di domenica l'Agorà sul vino da meditazione con i campioni internazionali sommelier Fabio Scarpitti e Paolo Basso. Lunedì invece, il gran finale è previsto con la presentazione della Guida Critica & Golosa alla Lombardia, edizione 2006 che celebra le corone radiose per la miglior tavola di ogni provincia.