A Torino, Cena a scopo benefico

Il 13 Novembre a Torino il cibo di qualità fasquadra.
Venti Aziende italiane unite per aiutare i bambini africani.
Cute project organizza al Birichin una cena benefica pro Missione Congo.

Sarà il Birichin dello chef Nicola Batavia ad ospitare mercoledì 13 novembre la cena a scopo benefico organizzata da Cute Project, l'organizzazione no profit di volontariato in Chirurgia Plastica Ricostruttiva di Torino.

L'evento, ideato per la raccolta fondi da devolvere alla Missione in Congo che nel mese di dicembre coinvolgerà una équipe di medici e infermieri dell'ospedale CTO di Torino, riunirà all'interno del locale di via Monti 16/a un folto gruppo di "amici del cibo" che hanno aderito con entusiasmo, offrendo i loro prodotti, a questa cena di solidarietà.

Le eccellenze di venti realtà, non solo piemontesi, saranno dunque le protagoniste di questa cena in piedi firmata dallo chef olimpico (offerta libera a partire da 20,00 euro) che avrà inizio alle ore 19.30: Acqua Cristallina (acqua); Az. Agricola Luiset (carne di maiale); Az. Agricola Pescaja e Az. Agricola Rocche Costamagna (vino); Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana (mozzarella di bufala); Fattorie Fiandino (Burro 1889 e Gran Kinara); Pastificio Felicetti (pasta); Gal Valli di Lanzo Ceronda Casternone e Caseificio Valli di Lanzo (Toma di Lanzo e Toma del Lait Brusc); gliAironi (riso, farina di riso e biscotti di riso); gli Antagonisti (birra artigianale); Graziella (pelati); Gelati Pepino (Pinguino® e gelato alla crema); Il Forno dell'Angolo e Voglia di pane (pane e grissini); Lavazza (caffè); Le Tamerici (mostarda e confetture); Strade Olio Dop Umbria (olio extravergine di oliva Dop Umbria); T18 (frutta e verdura).

La Missione chirurgica in Congo avrà luogo a Kinshasa dal 29 novembre al 14 dicembre e si realizzerà in collaborazione con l'Associazione Internazionale Children of Fire della sede sudafricana. La squadra di Cute Project sarà composta da: 2 chirurghi plastici, 1 anestesista, 2 infermieri di sala operatoria, 1 coordinatore logistico, 2 fotografi/giornalisti. L'intento della Missione sarà duplice: eseguire interventi di chirurgia plastica ricostruttiva sui bambini affetti da ustioni gravi e invalidanti e formare i medici locali, chirurghi e infermieri, perché possano eseguire altri interventi in completa autonomia.
L'iniziativa Cute Project trova genesi all'interno del contesto "Fondazione Piemontese Studi e Ricerche sulle Ustioni Simone Tech Alasia ONLUS". La Fondazione è nata nel 1983 come Centro di ricerche per l'esigenza di chiarire i numerosi dubbi sulla natura ed evoluzione delle patologie da ustione nei suoi molteplici aspetti, lacune evidenziate dal gruppo di specialisti operanti nel Centro Grandi Ustionati del CTO di Torino.

Fin dall'inizio, all'attività di ricerca della Fondazione si è affiancata un'azione divulgativa e di formazione per la prevenzione a tutti i livelli e in tutti gli ambienti a rischio, essenziale per tentare di ridurre il numero di incidenti e la gravità del trauma. Cute Project si inserisce in tale obiettivo, con il fine specifico di trasferire la conoscenza e i risultati raggiunti agli ambienti e ai chirurghi che non hanno accesso a tale know how. L'anima di Cute Project è rappresentata da un gruppo di persone (professionisti, medici, infermieri, volontari) che sostengono un progetto che ha come obiettivo la formazione teorico-pratica di personale sanitario nei Paesi in via di sviluppo, nell'ambito della chirurgia plastica ricostruttiva, con particolare orientamento verso le tecniche di cura delle ustioni e dei loro esiti.

Cute Project – Missione Congo sarà raccontato anche sui social.
L'hashtag della serata e della missione è #cute4congo. Per maggiori informazioni: www.cute-project.org