Zurigo premia con l'oro una Barbera del Monferrato

Una Barbera del Monferrato è salita sul podio della dodicesima edizione del “Concorso Internazionale dei Vini” di Zurigo.
Medaglia d’Oro (e diploma) per “Vadmò 2001”, Barbera a cinque stelle prodotta da Vi.Ca.Ra. (www.vicara.it) di Rosignano Monferrato, azienda che si estende su circa 53 ettari di vigneto nelle posizioni più vocate del Monferrato Casalese (Salabue, Serralunga di Crea, Ozzano, Treville Rosignano Monferrato).
Vadmò 2001 è un Barbera del Monferrato Superiore in purezza, ottenuto con le uve del vigneto denominato Vadmonte, allocato a Salabue nel comune di Ponzano Monferrato; un appezzamento di 9 ettari e mezzo coltivato con metodo guyot. L’affinamento dura diciotto mesi in grandi botti di legno di rovere di Slavonia.
Per affermarsi al Concorso Internazionale dei Vini di Zurigo, la Barbera della Vicara ha dovuto lottare e battere l’agguerrita concorrenza di un migliaio di vini provenienti da tutto il mondo.
“Ancora una volta la nostra azienda è riuscita a portare su uno scenario internazionale e molto selettivo un prodotto del Monferrato – commentano dalla sede operativa della Vicara a Rosignano Monferrato – del resto l’obiettivo del nostro lavoro quotidiano è di valorizzare i prodotti del Monferrato puntando sulla qualità. Siamo felici che il concorso elvetico abbia esaltato una Barbera del Monferrato perché questo è un forte richiamo per tutto il territorio. Al nostro successo accomuniamo il lavoro dell'Importatore Svizzero Gastrovin che cura la distribuzione dei nostri vini nella Confederazione Elvetica”.
La Vi.Ca.Ra. è una realtà vinicola grande ed importante nella zona del Monferrato casalese dove è, al contrario, dominante la piccola proprietà contadina a conduzione familiare. Il nome dell’azienda è l’acronimo
delle iniziali dei tre titolari: Diego VIsconti, Carlo CAssinis e Domenico RAvizza, i quali da oltre un decennio hanno operato la scelta di mettere in comunione, in un’unica azienda, non solo le rispettive cascine, ma anche differenti storie famigliari e personali che li legano in modi diversi all’agricoltura e alla terra monferrina.
I vigneti di Vicara hanno un’età compresa tra i 7 ed i 60 anni, vengono coltivati con metodi improntati alla bassa resa e con le più moderne tecniche agronomiche. La vendemmia, avviene ancora a mano, ed è il momento di selezione delle uve per dare vita ai Cru aziendali più pregiati: Airales e Crosietta (bianchi), Volpuva, Bricco dell’Uccelletta, Cantico della Crosia e così via; ogni vino con le proprie caratteristiche e la propria personalità esaltata dagli affinamenti più idonei durante la loro permanenza in cantina.