Zeri (Massa), festeggia la X Festa della pecora zerasca

Sabato, 17.giugno 2006 dalle ore 10:00
si inaugura la manifestazione con tavolo di lavoro sul tema : L'impegno femminile nel mondo agricolo e rurale con apertura stand gastronomici e degustazioni piatti tipici Zeraschi, come l'agnello di Zeri cotto ai testi. Inoltre si tiene un'interessante Mostra di campane e campanacci provenienti da tutto il mondo presentata dal
Dott. Giovanni Mocchi ( Pavia ).
Viene inoltre allestita una “ Fattoria Didattica “ con la mungitura, la cagliatura del latte e la scrematura della ricotta.
Domenica 18 giugno 2006, dalle ore 11:00 si tengono sia i laboratori, sia la Mostra della pecora zerasca.
– Apertura area manifestazione – mostra della pecora e dell’agnello di razza Zerasca .-
Apertura dei Laboratori ditintura naturale della lana effettuata con piante autoctone .
“ I COLORI DELLA TRADIZIONE “ a cura dell'associazione "Tintura Naturale" di Maria Elda Salice(Milano )
Mostra dei prodotti in FELTRO e dimostrazione di feltratura curata dalla Sig.ra BAUMER di Fivizzano ;
Apertura LABORATORIO e mostra con riparazione e costruzione di collari in cuoio e legno per pecore , con intagli decorativi e personalizzazioni con iniziali.
Mostra di campane e campanacci provenienti da tutto il mondo presentata dal Dott. Giovanni Mocchi di Pavia.
ore 12:30 – Apertura stend gastronomici con degustazioni piatti tipici Zeraschi, come l'agnello di Zeri cotto ai testi –
hiusura manifestazione.-

Scheda dell'agnello di Zeri:

In Lunigiana, nel territorio di Zeri, in provincia di Massa-Carrara, esiste da tempi immemorabili una razza ovina autoctona, la Zerasca. Questa razza è riuscita a mantenere intatte nel tempo le sue caratteristiche in virtù dell'isolamento di quest'area. E' una pecora rustica, di taglia medio grande, con la testa proporzionata, ha manto bianco e di solito corna ben sviluppate.
Il latte è ricchissimo di elementi nutritivi: il contenuto in proteine, in particolare, è superiore ad ogni altra razza ovina. E alla pecora zerasca il latte serve unicamente per allevare gli agnelli, poiché di questa razza è stata privilegiata l'attitudine a produrre agnelli da carne. Gli animali sono al pascolo tutto l'anno, tranne durante la cattiva stagione. In questo territorio il pascolo è praticamente biologico e di notevole estensione e ciò è dovuto al fatto che a Zeri si perpetuano ancora gli usi civici e le proprietà collettive, antiche forme di gestione della proprietà dei pascoli che risalgono ad epoca pre-romana.

Il presidio
Oggi esistono a Zeri tremila capi di pecora Zerasca ed il suo agnello può essere annoverato tra i gioielli gastronomici del nostro Paese. Il Presidio ha coinvolto gli allevatori locali, moltissimi sono giovani e numerose le ragazze, nel puntare su questa attività, incrementando il numero di capi, collegandosi con la ristorazione locale, i commercianti, le macellerie locali.
Nel 2001 è nato il "Consorzio per la valorizzazione e la tutela dell'agnello di Zeri", che si è dotato di un disciplinare rigoroso. La voce alimentare, ad esempio, prevede, per la pecora, l'allevamento allo stato semi brado integrato con fieno locale. Gli agnelli devono essere nutriti con il latte materno e portati al pascolo con la madre fino alla macellazione.
Il Consorzio è impegnato nella valorizzazione di tutta la filiera "culturale" legata all'allevamento della pecora zerasca con la riscoperta di un tessuto: la mezzalana, una stoffa semplice fatta con ordito di canapa e trama in lana, che può essere considerato il tessuto tipico dell'abbigliamento popolare della Lunigiana.

A tavola
Con un'alimentazione del genere, latte materno e pascolo, la carne degli agnelli non può che essere straordinaria: dolce al palato, molto tenera (ma non "sfuggente" in quanto lascia in bocca una "presa" molto evidente), profumata, possiede una fragranza molto marcata e non ha sentore di selvatico.
La preparazione più tradizionale è l'agnello cotto nei testi: una sorta di forno "portatile" in ghisa (un tempo di terracotta) con la forma di una pentola bassa e larga che viene riscaldato sul fuoco di fascine di legna e con il calore della brace ardente. Quando è ben caldo su entrambe le parti (i cosiddetti soprano e sottano), si adagia all'interno una
teglia di rame con i pezzi insaporiti da una battuta di lardo, aglio, prezzemolo, rosmarino e salvia e accompagnati dalle saporite patate di Zeri. La cottura nel testo è una via di mezzo fra quella al forno (che lo rende croccante in superficie) e quella al vapore (che mantiene l'interno morbido e ricco di sapore).
Area di produzione
Comune di Zeri e comuni limitrofi: Mulazzo, Pontremoli, Filattiera e Bagnone, al di sopra di 800 metri di altitudine, in provincia di Massa-Carrara.

Gli allevatori
Consorzio di valorizzazione e tutela della pecora e dell'agnello di Zeri
ZERI (MS) presso Palazzo Comunale loc. Patigno
Tel. 0187/447127 – 339 6397599 – fax 0187/447484
Cinzia Angiolini e Renato Albanese – Paola Angiolini – Iva Beccari – Antonella Bertocchi – Giuliano Bertoni – Pietro Conti – Patrizia Figaroli – Mario Filippelli – Maria Lorenzelli – Valentina Merletti – Federico Mori – Paolo Rubini – Claudio Ribolla – Isolina Terzi – Giuseppe Tognarelli

Le macellerie della zona
Macelleria Silvana Pilati
ZERI (MS) – Fraz. Patigno
tel. 0187/447161
Macelleria Paolo Rubini
ZERI (MS) – Fraz. Coloretta
tel. 0187/447602
Macelleria Roberto Mori
PONTREMOLI (MS) – Piazza Bologna, 9
tel. 0187/830858

Alberghi e ristoranti
Albergo Bar Ristorante Paretola
ZERI (MS) – Loc. Paretola
tel. 0187/447135
Ristorante Adolfo
ZERI (MS) – Loc. Chiesa di Rossano
tel. 0187/449024
Albergo Bar Ristorante La Catinella
ZERI (MS) – Loc. Patigno
tel. 0187/447125 – 0187/447044
Ristorante La Grande Baita
ZERI (MS) – Loc. Passo dei Due Santi
tel. 0187/447529
Albergo Ristorante La Nuova Jera
BAGNONE (MS) – Loc. Jera
tel. 0187/428161
Locanda dell'Angelo Paracucchi
AMEGLIA (SP) – Viale XXV Aprile, 60 – Marinella
tel. 0187/64391-2
Ristorante Cà del Moro
PONTREMOLI (MS) – Casa Corvi
tel. 0187/830588
Ristorante Hotel La Pineta
MULAZZO (MS) – Viale Cravilla, 50
tel. 0187/850220 – 850013
Locanda La Lina
BAGNONE (MS) – Piazza Marconi, 1
tel. 0187/429069
Hotel Napoleon
PONTREMOLI (MS) – Piazza Italia 2/bis
tel. 0187/830544
Ristorante La Brilla
CAMAIORE (LU) – Via di Lombrici 41/c
tel. 0584/984657
Ristorante Al Ponte Vecchio
MARINA DI CARRARA (MS) – Viale Colombo, 2 tel. 0585/785150