Via libera alla vera ''bistecca fiorentina''

La Commissione europea ha annunciato di aver innalzato da 24 a 30 mesi l'età dei bovini entro cui è permessa la commercializzazione di carne con la colonna vertebrale, e quindi la vendita della bistecca con l'osso.
Si chiude così la procedura avviata da Bruxelles nel 2000 a seguito della crisi della mucca pazza, che aveva imposto la separazione della colonna vertebrale prima a 12 mesi d'età e poi a 24. Secondo un parere scientifico dell'Agenzia europea per la sicurezza alimentare di Parma, pubblicato ad aprile 2007, la carne è da considerare sicura fino a 33 mesi.

"La decisione odierna è un'ulteriore dimostrazione dei progressi compiuti dall'Europa nella battaglia contro il Bse(l'encefalopatia spongiforme bovina)", ha commentato in un comunicato il commissario Ue alla Salute, Androulla Vassiliou, ricorrendo al termine scientifico per il morbo della mucca pazza.