Vacanze sicure: la commissione europea segnala le compagnie aeree a rischio

La Commissione europea ha adottato oggi il quarto aggiornamento della lista delle compagnie aeree proscritte dal territorio dell'Unione europea. L'elenco include un divieto operativo nei confronti di tutte le compagnie indonesiane, della compagnia di bandiera angolana (TAAG Angolan Airlines) e di una compagnia aerea ucraina (Volare Aviation Enterprise). Sono state modificate le restrizioni operative precedentemente imposte alla compagnia Pakistan International Airlines. Inoltre, sono stati messi al bando dal territorio dell'Unione europea alcuni vettori aerei di Russia (10) Bulgaria (6) e Moldova (8) in forza di nuove misure adottate dai citati Stati a seguito di consultazioni con la Commissione europea.
"Ancora una volta, la lista dei vettori soggetti a divieto operativo nell'UE si rivela uno strumento fondamentale non solo per impedire alle compagnie ritenute poco sicure di operare verso l'Europa e di informare i passeggeri che viaggiano in tutto il mondo, ma anche per assicurare che le autorità dell'aviazione civile e le compagnie aeree adottino le misure idonee per migliorare la sicurezza" ha dichiarato Jacques Barrot, vicepresidente della Commissione e responsabile dei trasporti.
Le misure adottate dalla Commissione comprendono, tra l'altro:
(1) un divieto nei confronti di tutte le 51 compagnie aeree certificate in Indonesia;
(2) un divieto nei confronti della compagnia di trasporto passeggeri angolana, TAAG Angola Airlines;
(3) un divieto nei confronti di una compagnia di trasporto merci dell'Ucraina, Volare Aviation Enterprise;
(4) le restrizioni operative precedentemente imposte alla compagnia Pakistan International Airlines (PIA) dal marzo 2007 sono state modificate per autorizzare le operazioni di volo verso la Comunità di aeromobili Boeing 747 e Airbus 310 in aggiunta alla flotta di Boeing 777 già autorizzata;
(5) una revisione delle esistenti compagnie kirghise inserite nella lista di proscrizione.
Oltre a questo aggiornamento della lista di proscrizione dell'UE altre misure preventive in materia di sicurezza sono state adottate unilateralmente da talune autorità dell'aviazione civile previa consultazione della Commissione europea, e segnatamente:
– La Federazione russa ha deciso di vietare tutte le operazioni verso l'UE di quattro compagnie aeree locali di trasporto passeggeri (Kuban Airlines, Yakutia Airlines, Airlines 400, Kavminvodyavia) e di imporre restrizioni operative ad altri sei vettori (Gazpromavia, UTAir, KrasAir, Atlant Soyuz, Ural Airlines e Rossyia) limitando il numero di aeromobili utilizzabili per tali voli.
– La Bulgaria ha deciso di estendere le misure imposte alle compagnie locali di trasporto merci revocando i certificati di Air Sofia, Bright Aviation Services, Scorpion Air e Vega Airlines, di sospendere la Air Scorpio e vietare a Heli Air Services di operare nel territorio degli Stati membri dell'UE nonché in Islanda, Norvegia e Svizzera.
– La Repubblica moldova ha revocato i certificati di otto vettori (Valan International Cargo Charter, Pecotox Air, Jet Line International, Jet Stream, Aeroportul International Marculesti, Aeronord Group, Grixona e Tiramavia) che non sono stati sottoposti ad un adeguato controllo di sicurezza.
Il nuovo elenco è disponibile nel sito Internet della Commissione:
http://air-ban.europa.eu

Rosella Conticchio Schirò
Commissione europea