Uova di lompo

Il lompo è un pesce bruttino che si avvicina a riva ogni anno per deporre le uova, che sono raccolte durante quel periodo e servite fresche, di solito su una fetta di pane con aneto e creme fraiche, o come antipasto o come pasto leggero. Questo tipo di prodotto è tipico della Danimarca.

il colore reale delle uova di lompo è un grigiastro. Le uova di pesce lompo che troviamo in commercio sono preparate mediante processo di salatura e con l’aggiunta di coloranti alimentari autorizzati quali l’E123 per il rosso amaranto (spesso le uova di lompo così preparate vengono erroneamente chiamate caviale rosso o caviale arancione). In caso di uova di lompo nere, il colorante impiegato è l’E151 un nero brillante di origine artificiale che può causare, nei soggetti predisposti, crisi allergiche.

Sono numerose le ricette con uova di lompo, da antipasti a primi piatti, senza dimenticare gli aperitivi come le classiche tartine. Come si mangiano le uova di lompo? Basta prenderne un cucchiaino da assaporare al naturale… ma non tutti riescono a tollerare il sapore forte delle uova di pesce.

Linguine o spaghetti con uova di lompo

Ingredienti per due persone: 150 gr di spaghetti, 1 cucchiaio abbondante di uova di lompo, 2 cucchiai di vino bianco secco, un cucchiaio di succo di limone, una cipolla bianca, olio extravergine di oliva, peperoncino essiccato tritato, 5 pomodorini, prezzemolo fresco tritato

Procedimento:

Metti l’acqua degli spaghetti a bollire e da parte, in un’ampia padella, fai riscaldare un filo d’olio. trita la cipolla, fai soffriggere cipolla e pomodorini. Quando la cipolla sarà semi-trasparente, aggiungi due cucchiai di vino bianco, lascia sfumare e spegni. Appena l’acqua bolle, fai cuocere gli spaghetti.
Togli gli spaghetti dalla pasta 2 minuti in anticipo sul termine di cottura. Scola la pasta e termina la cottura degli spaghetti nella padella con olio, cipolla e pomodorini. Aggiungi un cucchiaio abbondante di uova di lompo. Aggiungi il succo di mezzo limone. Mescola. Aggiungi infine il peperoncino secco tritato e il prezzemolo.