Un'ordinanza regolamenta la ''Cucina molecolare''

Dal 19 febbraio 2010 entrano in vigore le norme che disciplinano l'utilizzo degli additivi e delle sostanze gassose, usate soprattutto da alcuni chef nella cosiddetta cucina molecolare. E' stata infatti pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale l'Ordinanza recante 'Misure urgenti in merito alla tutela della salute del consumatore nel settore della ristorazione'.
Il Sottosegretario alla Salute Francesca Martini ha espresso viva soddisfazione e ha dichiarato: "basta con gli additivi chimici nei piatti.
Con questa Ordinanza, per la cui emanazione mi sono fortemente impegnata, abbiamo voluto garantire la sicurezza degli alimenti che vengono somministrati ai nostri cittadini in qualsiasi ristorante o esercizio pubblico. Gli operatori del settore della ristorazione dovranno controllare le caratteristiche delle sostanze e degli ingredienti impiegati nella preparazione dei pasti informando adeguatamente il consumatore, in particolar modo per quanto riguarda la possibile presenza di allergeni. Abbiamo inoltre vietato la detenzione e l’utilizzo di qualsiasi sostanza in forma gassosa, ad eccezione degli additivi che sono stati autorizzati a livello comunitario e non hanno limitazioni d’uso in quanto estremamente sicuri.