Un'altra spiaggia aperta ai cani

Una delle petizioni per ottenere una spiaggia con accesso ai cani organizzate da www.dogwelcome.it – dal 1999 il primo sito italiano che elenca i posti che accettano volentieri i nostri amici fedeli – stata consegnata a inizio estate al Sindaco di Otranto, Francesco Bruni, per la zona del Salento, sinora sprovvista di un'iniziativa del genere. Dopo qualche mese di attesa e numerosi contatti intercorsi, a inizio ottobre 2005 la conferma definitiva: stato incluso nel piano coste 2006 della zona costiera di Otranto (LE) un tratto di arenile con accesso libero agli animali domestici, in localit "Laghi Alimini", accanto alla "Colonia Trieste".
Non possiamo che essere felici di questa decisione presa dal Sindaco, il quale si dimostrato sensibile al problema abbandono estivo e ha concesso finalmente ci che nel Salento mancava sinora. La Regione Puglia dovr dare l'ok definitivo, ma sappiamo che in altre province pugliesi gi esistono spiagge con accesso ai cani, di conseguenza non dovrebbe essere difficile per la Giunta Regionale concederne una nuova in una zona sinora sprovvista.
Cogliamo l'occasione per ringraziare di cuore il Sig. Sindaco di Otranto, che con il suo gesto ha dimostrato grande sensibilit e sta contribuendo attivamente a prevenire gli abbandoni estivi, dando la possibilit a chi ha con s un animale domestico di passare delle ottime vacanze nella zona da lui amministrata.
Sentiamo di avere avuto un'iniezione di forza non indifferente, per poter portare avanti il nostro motto "Fare vacanza con il proprio animale domestico SI PUO' e si DEVE !"
…. nel frattempo restiamo in attesa di ricevere una conferma definitiva alla richiesta (anch'essa consegnata sotto forma di petizione, a inizio estate 2005) di una spiaggia con accesso ai cani al Sindaco di Arzachena (SS). La Sardegna la regione Italiana che ha maggior carenza di spazi marittimi dedicati a chi conduce con s un cane.

Lo staff di DogWelcome

Annalaura Sagramora
Federico Cancellieri
😐 www.dogwelcome.it – info@dogwelcome.it |:
😐 dal 1999 il primo sito italiano |:
😐 per "Viaggiatori con Quadrupedi al seguito" |:

Segue descrizione breve della nostra attivit no-profit.

Il problema dell'abbandono degli animali potrebbe avere una causa ben precisa: la difficolt nel gestire il proprio animale domestico nella vita di tutti i giorni a causa degli innumerevoli divieti, ed ovviamente anche nel fare vacanza con il proprio animale domestico. Con questo NON giustifichiamo ovviamente gli abbandoni, ma facile capire come i divieti d'accesso diano a molti una scusa che li porta a fare questo gesto orribile, crudele e vigliacco, che avviene all'80% proprio d'estate.
Abbiamo quindi pensato nel 1999, al ritorno da una vacanza all'insegna dei divieti e dell'intolleranza verso di noi "turisti con cane al seguito", di creare ci che in rete in Italia ancora non c'era: un sito contro l'abbandono che faciliti la vita a chi divide la stessa con un amico peloso – "Il Sito per Viaggiatori con Quadrupedi al seguito", www.dogwelcome.it .
Abbiamo pensato di mettere a disposizione un servizio gratuito tramite un sito ricco di informazioni per non avere difficolt nel fare una vacanza (e non solo) con il proprio beniamino, e cercare quindi di evitare che le persone debbano essere portate a scegliere tra tenere con s i propri animali o andare in ferie.
Il sito gestito da una coppia di volontari, coadiuvati da alcuni utenti del sito che particolarmente si sono affezionati al progetto: i "segugi dogwelcome", ed arricchito dalla "community" dei visitatori di dogwelcome i quali inviano segnalazioni e commenti sulle strutture.
Il nostro lavoro no-profit consiste nel dare indicazioni costantemente aggiornate su luoghi di vacanza, spiagge, strutture ricettive e di ristorazione, su parchi, trasporti, stazioni di servizio, negozi, musei e biblioteche ed altri tipi di strutture dove gli animali sono ben accetti, in Italia ed all'estero.
Vi anche un servizio informativo per vegetariani/vegan, sulle strutture che accolgono viaggiatori con quattrozampe rispettosi anche della vita degli altri animali, ed uno speciale con tutte le info necessarie per l'espatrio in vacanza di famiglie con cani considerati "pericolosi", i discriminati dalle leggi emanate negli ultimi anni nella UE, i quali stanno riempiendo i canili e le bacheche di adozioni.
Inoltre il sito contiene le norme per recarsi oltrefrontiera in moltissimi Paesi, ed un vocabolario/frasario per cavarsela all'estero con Fido e Micia nelle normali esigenze che pu avere un viaggiatore con un quadrupede al seguito. La nostra galleria di foto di "Happy dog e cat in vacanza", con le foto dei beniamini dei nostri utenti che si divertono un mondo in vacanza e i volti soddisfatti dei loro amici umani dimostrano che stare sempre con
Fido/Micia si pu e si deve.
E per stare in guardia con le multe e sapere come muoversi in Italia ed in Europa abbiamo creato delle rubriche ad hoc:
"La mappa delle multe a Fido" e le pagine esplicative delle "situazioni dogwelcome" nelle citt e nei paesi Italiani ed europei. Gli Hotel che mandano la propria adesione a www.dogwelcome.it crescono sempre pi di numero, e non possiamo che essere soddisfatti del lavoro fatto in questi anni.
Oltre a ricevere le segnalazioni degli Hotel che gi accettano animali per scelta propria, che vengono inseriti con aggiornamenti continui, alcuni Hotel hanno dato adesione cominciando a includere o addirittura preferire una clientela di famiglie con quattrozampe e ci hanno chiesto consulenza affinch la loro struttura di ricezione possa accettare animali senza crearsi problemi e crearne all'eventuale cliente con animale al seguito.
Vari Hotel si sono attrezzati con attività per i nostri amici pelosi, con servizi di dogsitting, ciotole e brandine, ed hanno aperto l'accesso ai quattrozampe nella zona ristorante. Molti degli hotel segnalati da dogwelcome sono quindi stati insigniti del nostro bollino verde che raffigura una zampina: sono gli hotel che accolgono i nostri amici, con i loro accompagnatori, con maggiore gentilezza ed offrono ad essi varie facilitazioni, perch importante s potere avere accesso nella struttura, ma ugualmente importante non subire discriminazioni rispetto agli altri clienti, e questo parte importante della nostra "filosofia".
All'estero la situazione in ogni caso migliore rispetto a quella che troviamo nel nostro Paese: ad esempio in Italia gli animali domestici sono ammessi sul litorale solamente in una sessantina di spiagge, insufficienti ad accogliere il gran numero di amici dei Fido che vorrebbero andare al mare con i loro beniamini. Alcune di esse sono stabilimenti balneari attrezzati promiscui, altre sono riservate a conduttori di quattrozampe. Il fatto di poter frequentare spiagge libere con il cane in Italia sembrerebbe la soluzione: in rari casi si pu fare, altrimenti, multe salate ai trasgressori. In un Paese come la Francia, che tra l'altro possiede bandiere blu in numero maggiore rispetto all'Italia, la maggior parte delle spiagge libera e lo anche per i cani, cosa che porta molti Italiani a cercare oltrefrontiera quello che in Italia non riescono a trovare.
Stiamo da tempo organizzando una rete di petizioni che andr a coprire tutta Italia per chiedere tratti di arenile con accesso ai cani (come accade in Europa nei Paesi considerati pi civili), e cerchiamo di dare la massima consulenza ai visitatori che devono obbligatoriamente spostarsi all'estero (traslochi, lavoro ecc), anche oltreoceano, per far s che non debbano separarsi dai propri Fido o Micia, i quali per una grossa percentuale andrebbero a incrementare le richieste di adozioni o le presenze nei canili.
Non ci sono pi scuse, allora: portate il quattrozampe in vacanza con voi, perch si pu e si deve!!!

Lo staff di www.dogwelcome.it, 2005