Una tavola rotonda sul ''vero vino naturale''

Trento, 12 Dicembre 2009

Porthos Edizioni, in collaborazione con la Confraternita della vite e del vino di Trento, organizza una tavola rotonda per riflettere in modo costruttivo sulle prospettive scientifiche, sociali e politiche della produzione di vini naturali e porre le basi per la tutela sia dei vignaioli che dei consumatori.
L’interesse per questo settore è in continua crescita ma le istituzioni, come spesso accade, sono in ritardo nel predisporre azioni che possano favorire l’identificazione certa dei prodotti, la loro tutela e la diffusione di un consumo consapevole. Nel corso degli ultimi anni ha supplito a questa mancanza un interessante movimento associativo di vignaioli che rivendica con forza l’autenticità delle proprie produzioni, senza tuttavia essere in grado di difendersi dalle speculazioni di chi, in questa rivoluzione etica, ha fiutato una grande occasione di ricollocazione sul mercato e di facile guadagno.
Alla tavola rotonda, a cui farà seguito un dibattito, interverranno alcune delle voci che in questi ultimi anni hanno sostenuto con maggior rigore l’esigenza di una produzione vinicola che contribuisca a proteggere la salute e la diversità dei territori.

Introduce Elisabetta Foradori, Foradori (Mezzolombardo – TN).

Sandro Sangiorgi, direttore di Porthos, moderatore:
Cos’è il vino naturale? Come può il consumatore difendersi dal “falso naturale”?

Giovanna Morganti, Podere “Le Boncie” (Castelnuovo Berardenga – SI):
Il valore etico della scelta naturale in viticoltura. L’esperienza dell’Associazione Vini Veri.

Angiolino Maule, La Biancara (Gambellara – VI) – Presidente dell’Associazione Vinnatur:
La produzione naturale, tra mito e ricerca. L’esperienza dell’Associazione Vinnatur.

Giusto Giovannetti, biologo e ricercatore, direttore del Centro Colture Sperimentali di Aosta:
In vigna. Suolo e microrganismi. La microbiologia della radice.

Maurizio Paolillo, agronomo e consulente scientifico di Porthos:
In vigna. Che cosa sono la lotta biologica e la lotta guidata?

Michele Lorenzetti, biologo e enologo:
In cantina. L’importanza delle fermentazioni spontanee nella produzione enologica naturale.

Maurizio Gily, agronomo, direttore di Millevigne:
La consulenza al produttore: limiti e difficoltà nelle riconversioni al naturale.

Giuseppe Malizia, primario del reparto di gastroenterologia dell’Ospedale Cervello di Palermo:
Il vino naturale: digeribilità e effetto placebo.

Sandro Sangiorgi:
Il vino naturale a tavola: una nuova dimensione del rapporto cibo-vino.
Conclusioni e apertura dibattito.

Per informazioni:
onepablo@porthos.it