Una giusta alimentazione riduce il ''rischio Alzheimer''

Carni rosse, cipolla, merluzzo, uova, parmigiano, semi di soia: per limitare il rischio di Alzheimer, bisogna tenere sotto controllo l'alimentazione.

Questo il suggerimento di un team di ricercatori della Temple University di Philadelphia che hanno scoperto che una dieta ricca di metionina, un aminoacido presente tanto nelle carni rosse quanto nel pesce, sembrerebbe essere collegata ad un maggiore rischio di insorgenza della patologia. I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista Current Alzheimer Research.

''La nostra ricerca – spiega Domenico Pratico', responsabile della ricerca – ha permesso di evidenziare che il morbo di Alzheimer si sviluppa piu' velocemente nel caso di una dieta ad elevato contenuto di metionina''. Nelle cavie che avevano seguito un'alimentazione a base di cibi ricchi di questo aminoacido e' stato riscontrato il 40% in piu' di placche amiloidi, la cui presenza e' riconducibile allo sviluppo della patologia neurodegenerativa.