Un moderato consumo di vino rosso migliora la alute

Un gruppo di ricercatori ha
confermato la convinzione comune sugli effetti benefici del
vino rosso: migliora la vita e riduce l'invecchiamento di chi
ne fa uso, anche se non la allunga. Lo studio condotto
dall'Istituto Nazionale sull'Invecchiamento statunitense rivela
che il resveratrolo, un antiossidante presente nel vino rosso,
rallenta il deterioramento di ossa, occhi e cuore legato
all'età: o almeno questo è quanto registrato sui topi usati
come cavie. Questo risultato suggerisce che il composto simula
gli effetti della riduzione di calorie, considerata oggi il
modo più efficace per rallentare il processo di invecchiamento
nei mammiferi. I ricercatori hanno però sottolineato che la
ricerca non ha immediate e dirette applicazioni sull'uomo,
perchè i risultati sono limitati alle cavie animali e nulla
ancora è certo dei possibili effetti sull'organismo umano. Si
tratta comunque di un interessante punto di partenza per studi
più accurati ed applicabili, secondo gli scienziati. (AGI)