Un italiano a Parigi entra nell'Associazione Ristoranti del Buon Ricordo

A Parigi, il numero 6 di rue du Débarcadère, nel XVII arrondissement, accoglie una delle insegne più acclamate di Francia: è il ristorante Paolo Petrini, importante “new entry” dell’Associazione Ristoranti del Buon Ricordo.
Petrini, nato a Pisa ma trasferitosi in gioventù a Trieste con la famiglia, emigrò in Francia e nel 1985, “autodidatta ispirato” della cucina, aprì il suo primo ristorante parigino, “Il Ritrovo”.
Quattro anni dopo si spostò in rue d’Argenteuil, nel Primo arrondissement, con il “Paris Parme”: qui modificò completamente la carta dei piatti, trasformando questo storico indirizzo in un vero ristorante italiano; l’anno dopo, vorrà un restyling totale dell’ambiente e chiamerà il ristorante “Paolo Petrini”.
Nel frattempo, le guide e la stampa gastronomica iniziano a interessarsi alla sua cucina, al carattere semplice delle sue proposte, che coniugano i sapori della Toscana all’esperienza triestina, il tutto in un matrimonio che l’esigente stampa francese non esita a definire “sublime”.
Nel 1996, considerati gli spazi risicati del ristorante, Petrini decide di spostarsi nel XVII arrondissement, dove la sua insegna avrà la collocazione definitiva.
Intanto, anche dall’Italia piovono consensi per il suo lavoro: nel 1996 Petrini è insignito dalla Presidenza della Repubblica del titolo di “Ambasciatore della cucina italiana all’estero”; l’anno dopo è nominato Cavaliere del lavoro.
Nel 2004, grazie alla creatività dell’artista argentino Alberto Bali, l’ambiente del suo ristorante viene rivisto: oggi è uno degli indirizzi più eleganti di Parigi, dove accanto alla buona tavola, regna la buona musica.
Petrini, appassionato d’opera, e cantante lui stesso, accoglie sovente serate musicali con alcune tra le più belle voci liriche di Francia.
L’arrivo di Petrini nell'Associazione del Buon Ricordo, ambasciatore del buon gusto e della creatività italiane in Francia, rappresenta un passo importante per l’Unione Ristoranti del Buon Ricordo che, dopo Vienna, Lussemburgo, Hong Kong e Giappone, sbarca a Parigi confermando il suo ambizioso programma di sviluppo internazionale che valorizza la ristorazione italiana e la qualità dei prodotti enogastronomici tricolori in Europa e nel mondo.

Informazioni:
Unione Ristoranti del Buon Ricordo, tel. 02 80582278
e-mail: info@buonricordo.com