Un concorso per celebrare la nocciola romana

Il 7 e 8 novembre a Ronciglione (Viterbo)

L'Associazione 1728 ha lanciato il "Premio Nazionale del Dolce con nocciola romana", che si svolgerà il 7 e 8 novembre nel seicentesco "Palazzo delle Maestranze" di Ronciglione (Viterbo).

La partecipazione al concorso è completamente gratuita, potranno partecipare soltanto professionisti (pasticceri, panettieri, cuochi, istituti professionale, ecc.) in rappresentanza dei loro laboratori, ristoranti, alberghi. Saranno ammessi solo dolci originali e dovranno contenere la nocciola tonda gentile romana, essere scenografici e creati ad hoc dall’artigiano pasticcere. La torta preparata dovrà essere di forte impatto visivo.

Ogni partecipante sarà tenuto a preparare due dolci: il primo servirà da esposizione, il secondo dovrà avere le stesse caratteristiche e servirà da assaggio per la giuria. I dolci potranno essere preparati con qualsiasi tecnica. La manifestazione si aprirà Sabato 31 Ottobre alle ore 10 con una Mostra "Immagini, attrezzi agricoli e tecniche di raccolta del passato" presso la sala conferenze della BCC di Ronciglione.

Sabato 7 alle ore 10:30-12:30 ci sarà la presentazione dei prodotti in gara (Palazzo delle Maestranze), alle ore 15:30 conferenza (Utilizzo del cippato, concimazioni, storia del nocciolo) e in seguito alle ore 18 la premiazione dei vincitori presso il Palazzo delle Maestranze. Domenica 8 i dolci che hanno concorso saranno esposti al pubblico per tutta la giornata (Palazzo delle Maestranze).

La produzione della DOP "Nocciola Romana" interessa alcuni comuni di Viterbo e Roma, dove fin dal 1412 questa coltura è stata oggetto di un paziente e tenace lavoro da parte dei coltivatori, che nel corso dei secoli hanno svolto un ruolo importante nel creare un prodotto dalle elevate caratteristiche qualitative. Attualmente circa 4500 aziende producono tra i 400 e i 450mila quintali all'anno di nocciole, con un fatturato di 42 milioni di euro.

Fonte: www.viterbooggi.org