Tutto ''Vinitaly'': orientamento per i visitatori

Vinitaly – Salone internazionale del vino e dei distillati – 43° edizione

Quando: dal 2 al 6 aprile 2009, dalle 9,30 alle 18,30.
Dove: nel quartiere di Veronafiere, a 2 km dal casello autostradale di Verona Sud dell’Autostrada “A4 Serenissima” e a 1,5 km dalla stazione ferroviaria di Verona Porta Nuova.
Ingresso: riservato agli operatori, vietato ai minori di 18 anni anche se accompagnati. Costo del biglietto: giornaliero € 40, online € 35; abbonamento 5 giornate (un ingresso al giorno per ciascun giorno): € 80, online € 70.
Sito Internet: www.vinitaly.com
Dati statistici:
Superficie 2009: oltre 91.000 metri quadrati netti, 12 i padiglioni occupati, oltre al secondo piano del Palaexpo.
Espositori 2009: oltre 4.200 espositori da Oceania, America, Europa e Africa.
Visitatori 2008: 157.948 operatori (certificati FKM), dei quali 43.584 esteri (27,6% del totale) provenienti da 110 Paesi. L’aumento delle presenze straniere è stato del 25% rispetto al 2007.
Contatti per espositore: 33 contro gli 11-15 delle altre fiere concorrenti (indagine 2006).
Media: nel 2008 sono stati accreditati 2.418 giornalisti italiani e 407 esteri.

LAY OUT DEI PADIGLIONI

Espositori italiani Pad.
Emilia-Romagna 1
Sicilia 2
Trentino 3
Veneto 4 e 5
Friuli-Venezia Giulia 6
Alto Adige 6
Marche 7
Asti DOCG 7B
Basilicata 7B
Calabria 7B
Molise 7B
Sardegna 7B
Umbria 7B
Toscana 8 e TensoD
Piemonte 9
Puglia 10
Abruzzo 11
Liguria 11
Val d’Aosta 11
Lombardia PalaExpo 2° Piano
Lazio TensoA
Campania TensoB

Espositori esteri Pad.
Albania 11
Australia 11
Austria 3
Croazia 3
Francia 11
Georgia 11
Gran Bretagna 11
Istria 3
Lussemburgo 6
Nuova Zelanda 11
Portogallo 11
Russia 11
San Marino 11
Slovenia 6
Spagna 11
Stati Uniti 3
Svezia 3
Sudafrica 11
Ungheria 11

Elenco non definitivo

CONCORSI

Concorso Enologico Internazionale: è la competizione più partecipata e selettiva al mondo, con una percentuale media di premiati del 3%. Quest’anno hanno partecipato oltre 3.500 vini provenienti da 34 Paesi di tutti e cinque i continenti. Dal 2007 i vincitori beneficiano di azioni promozionali sia nell’ambito della rassegna che si svolge a Verona, sia durante il Vinitaly World Tour. L’accordo commerciale siglato con la catena Isetan (Department Store) in Giappone per la distribuzione dei vini vincitori nel 2007 ha avuto notevole successo ed è stato rinnovato fino al 2010. Rinnovato anche l’accordo con SPAZIO ITALIA, l’area gestita da Air Dolomiti/Lufthansa nella zona partenze per l’Italia dell’Aeroporto internazionale di Monaco, dove l’azienda vincitrice della Sezione Italia avrà a disposizione uno spazio promozionale.
International Packaging Competition: è un premio riservato alla veste “estetica” dei vini, dei distillati e dei liquori. Quest’anno i campioni iscritti sono stati 224 in rappresentanza di otto Paesi. Presidente di giuria è stata Gilda Bojardi, direttore responsabile del magazine INTERNI, pubblicazione mensile che seleziona e presenta la più significativa produzione del design italiano ed internazionale. Etichetta dell’Anno 2009 alla Bucella Wines della Napa Valley, in California.
Premio Internazionale Vinitaly: per l’edizione 2009 il premio è assegnato a Castello Banfi di Montalcino, alla famosa chef Lidia Bastianich e alla MW cinese Jeannie Cho Lee. Il premio internazionale Vinitaly è stato creato da Veronafiere come riconoscimento ai personaggi o alle aziende italiane ed estere che, grazie alla loro attività, hanno raggiunto un ruolo di eccellenza nella produzione enologica mondiale e nella diffusione della cultura legata al vino.
International Wine & Spirit Competition (IWSC): in collaborazione con questa competizione, Vinitaly assegna il riconoscimento di “Communicator of the Year” a coloro che, operando nel settore dei media e della comunicazione, si sono distinti nella divulgazione della cultura enologica, viticola e dei prodotti della distillazione a livello internazionale. Quest’anno il riconoscimento è assegnato stato assegnato a Olly Smith.

DEGUSTAZIONI

Taste Italy: proposta con successo nel 2007 è un’iniziativa dedicata agli operatori stranieri (8.000 i buyer invitati direttamente quest’anno). Si tratta di una degustazione assistita da sommelier professionali, ma libera nei tempi grazie a un sistema automatico di distribuzione, di una selezione di vini delle migliori aziende italiane.
Tasting ex…press: giro del mondo e dei vini internazionali attraverso degustazioni guidate, ricche di contenuti tecnici e culturali, in collaborazione con le testate più importanti del settore a livello internazionale. Quest’anno il “viaggio” parte dalla Nuova Zelanda e passando da Germania, California e Italia torna nell’emisfero australe per chiudersi in Australia, con focus su Sauvignon, Pinot Nero, Riesling, Soave e Amarone.
Taste and Dream: è il nome dell’iniziativa che presenta grandi verticali di vini italiani scelti con il criterio dell’eccellenza in una degustazione esclusiva, realizzata su invito delle aziende.
Trendy oggi, Big domani: dalla selezione di Luca Maroni, vengono presentati i vini delle aziende emergenti capaci di presentarsi sul mercato con prodotti dall’interessante rapporto qualità/prezzo. Molte le aziende che, in cinque anni dall’introduzione dell’evento, sono passate dal ruolo di esordienti a quello di protagonisti del settore, dimostrando la validità di questo servizio innovativo ad alto valore aggiunto.
Bentornato Brunello con l’annata 2004: viaggio dentro una grande annata di un grande vino a cura del Gambero Rosso.
Dodici bianchi immortali: degustazione a cura di Civiltà del bere di 12 leggendari vini bianchi italiani da invecchiamento.
Degustazione-evento con I 150 anni di Gaja: la ricorrenza viene festeggiata in esclusiva a Vinitaly con una degustazione guidata da Jancis Robinson, nota wine writer britannica. La partecipazione, che si annuncia come l’evento dell’anno a livello mondiale, è a pagamento e tutto il ricavato sarà devoluto a scopo benefico.
Da segnalare anche le degustazioni guidate di Ais e Aspi, Il Salotto dei vini by Enoteca Italiana e il Grappa & C. Tasting, alla quale è associato il Vinitaly Grappa Tasting Award, realizzato con il Centro Studi Assaggiatori.

I GRANDI RISTORANTI DI VINITALY

Punto di incontro tra vino, cibo e olio extra vergine di oliva, dove seguire laboratori gastronomici e degustare piatti realizzati con gli ingredienti della migliore tradizione gastronomica italiana.
Ristorante d’autore: situato nel PalaExpo permette la degustazione, durante tutta durata della manifestazione, di piatti preparati dagli alcuni degli chef dell’alta ristorazione italiana.
Ristorante dei Signori: a cura dell’Associazione dei giovani ristoratori d’Europa (JRE).
Cittadella della Gastronomia: è uno spazio nel quartiere dedicato alla qualità e alle caratteristiche della cucina regionale realizzata con ingredienti DOP e IGP in abbinamento con i migliori vini. Al lavoro sette chef socie dell’Associazione Nazionale delle Donne del Vino.
Ristorante Sol Goloso: ai fornelli gli chef dei laboratori dell’olio extra vergine di oliva di Sol.

EVENTI IN CITTÀ

Vinitaly for you: da giovedì 2 a domenica 5 aprile dalle ore 18 alle 24, Vinitaly for you è il dopo fiera dedicato a tutti i wine lover, nel palazzo della Gran Guardia, nel cuore storico di Verona.
Wine Bar gestito dall’Associazione Nazionale delle Donne del Vino.
Ingresso: 12 Euro per due degustazioni e 3 appetizer.

L’ITALIA DEL VINITALY

È lo spazio che Vinitaly dedica su web alle Regioni, per poter presentare ben prima dell’inizio della rassegne e per tutto il periodo seguente i propri territori e le produzioni oleicole e vitivinicole ad essi legati, le attività promozionali e anche le iniziative che si svolgono all'interno dei singoli stand durante Vinitaly.
Questa finestra privilegiata apre una panoramica sulle molteplici diversità che contraddistinguono le regioni italiane e che le rendono uniche al mondo.

Mercati e ambiente i temi forti della 43^ edizione dal 2 al 6 aprile 2009

VINITALY, TUTTI I PROFILI DEL BUSINESS

Sistema integrato per la promozione commerciale, Vinitaly è sempre più meta prescelta da buyer, grossisti, importatori/esportatori, agenti, grande distribuzione, vendita al dettaglio e canale horeca: operatori provenienti da tutto il mondo. Ampliati e razionalizzati gli spazi per rispondere alla crescente domanda degli espositori.

Il business è servito. Vinitaly, giunto alla 43^ edizione (2-6 aprile 2009, www.vinitaly.com), anno dopo anno conferma la propria leadership internazionale grazie alla capacità di creare un sistema di iniziative ed eventi che nel tempo ha trasformato l’esposizione di vini e distillati da semplice vetrina a rete di contatti tra gli operatori specializzati.
Così tramite concorsi, degustazioni, servizi internet per gli incontri B2B, seminari su consumatori e nuovi mercati e l’ampia offerta merceologica, che comprende anche i distillati, la Rassegna ha saputo coniugare il business con la promozione dei prodotti e la formazione alle imprese.
Una gamma di servizi che ha reso Vinitaly la prima rassegna al mondo con più di 4.200 espositori da America, Europa, Africa e Oceania e una media annua di 150 mila visitatori specializzati da oltre 100 Paesi.
Per andare incontro alle richieste degli espositori, quest’anno gli spazi sono stati ottimizzati e ulteriormente ampliati, grazie anche al completo rifacimento del padiglione 1, dotato di 2.000 metri quadrati di pannelli solari, che verrà inaugurato proprio con Vinitaly. Nonostante ciò la lista d’attesa è ancora lunga. Molte le new entry di quest’anno, con importanti presenze anche dall’estero.
Ad ogni edizione, Vinitaly potenzia inoltre la sinergia con Sol, Agrifood, il Grappa Tasting ed Enolitech, che allargano la prospettiva del settore proponendo vino e olio extravergine di oliva abbinati a prodotti di qualità della gastronomia, distillati di alta gamma, la tecnologia per la cantina e il frantoio e i complementi e gli accessori per la degustazione e la tavola.
A supportare l’offerta di servizi è presente la rete di delegati di Veronafiere nei più importanti Paesi del mondo; mentre il Vinitaly World Tour, attivo da un decennio, è divenuto uno strumento efficace per incrementare l’internazionalizzazione delle aziende e del sistema agroalimentare made in Italy.
The World We Love, “il mondo che amiamo” è il concetto che sintetizza la filosofia di Vinitaly 2009: il vino prima di tutto, ma anche la qualità, il territorio, l’ambiente e la sua tutela, gli uomini e le loro sfide.

La sfida del business. Nel 2008 oltre 57 mila operatori, il 42% dei quali stranieri, hanno ricevuto direttamente da Vinitaly l’invito a partecipare alla fiera, con un feedback positivo superiore al 42%. Oltre 20 mila i buyer presenti, su 43 mila presenze estere totali da 110 Paesi (con un incremento del 25% degli operatori stranieri). Importante per il contatto tra espositori e buyer anche la rete di delegati di Veronafiere in 35 Paesi; mentre nel Buyers’ club on line si sono registrate 882 aziende che hanno avuto, prima dell’inizio della rassegna, più di 1.100 contatti di visitatori esteri.
Nel 2008 gli operatori provenienti dall’estero sono stati per il 49% grossisti, importatori/esportatori, agenti, mentre per il 35% del settore vendita al consumo (gdo, dettaglianti, horeca, ecc.)

Focus e approfondimenti. Da oltre un decennio Veronafiere monitora costantemente il mercato del vino. Quest’anno, viene presentato lo scenario a cura del Centro Studi Vinitaly – Veronafiere sul tema “La Crescita continua” (giovedì 2 aprile, ore 15.15 Sala Stampa, 2° Piano Pala Expo), frutto della elaborazione delle indagini di mercato: “Il vino nei locali italiani di qualità” (Unicab-Axiter); “Vino, il mercato che verrà” (Università Federico II – Edizioni L’Informatore Agrario); “Il mercato del vino nella GDO” (IRI Infoscan); “Gli italiani e il vino” (Bocconi Trovato & Partners).
L’azione di informazione sui più interessanti mercati esteri portata avanti da Vinitaly negli ultimi anni prosegue con i focus su Stati Uniti, Russia, Cina, Giappone, India e Singapore, Paesi Scandinavi.

Per le tematiche ambientali, importante appuntamento con la quinta Conferenza internazionale specializzata in viticoltura sostenibile dal titolo ”Winery waste and ecologic impacts management”, realizzato dall’Università di Verona con il sostegno di Veronafiere.

Vinitaly World Tour. Una formula collaudata che ottempera l’esigenza di coniugare costi di partecipazione per le aziende con l’efficacia del contatto: workshop, seminari, wine tasting, serate di Gala wine&food sono le principali iniziative proposte nelle più importanti città di Cina, Giappone, USA, India e Russia. Il World Tour fa di Vinitaly un evento lungo un anno e il principale veicolo di promozione commerciale e culturale della produzione vitivinicola e del sistema agroalimentare made in Italy nel mondo.
Per gli operatori dei Paesi visitati, Vinitaly rappresenta ormai un marchio di qualità a garanzia dei vini presentati. Prossime tappe: Vinitaly Russia (25-26 maggio), Vinitaly US Tour (19-21 ottobre), Vinitaly China (4-6 novembre), Vinitaly Korea (23 novembre), Vinitaly Japan (25 novembre) e Vinitaly India e Singapore nel gennaio 2010.