Torino: Trattati di cucina: una ''gustosa'' selezione

Dalle collezioni della Biblioteca Reale, forse a causa di un pregiudizio dovuto alla destinazione pratica e alla veste editoriale spesso modesta, i trattati di cucina non figurano nelle raccolte storiche della Biblioteca Reale, con la pregevole eccezione del bel libro Les royal-diners del cuoco reale Hélouis.
Per contro, tali libri sono ampiamente rappresentati nel Fondo Pallavicino Mossi, un’interessante raccolta di circa 7.500 volumi donata alla Biblioteca Reale nel 1966.
In tale fondo i ricettari veri e propri sono ben 53, in più della metà dei casi sono scritti in lingua francese (29 volumi) e, pur concentrandosi in prevalenza nei secoli XVIII e XIX, coprono un arco cronologico che va dall’Opera di Bartolomeo Scappi del 1581, stampata a Venezia dagli eredi Tramezzino, al Grand dictionnaire de cuisine di Dumas
padre del 1873.
Attraverso le ricette contenute in questi testi, talvolta corredati da illustrazioni, riemerge il gusto di un’epoca e di un mondo – nobile o borghese, secondo i ricettari – che si declina per mezzo di salse e fritture, zuppe e consigli per l’allestimento
della tavola, carni e pesci, verdure e pasticceria. E poiché la cultura
passa anche dalla tavola, è parso interessante e degno di curiosità il proporre una selezione di questi trattati in occasione della Settimana della Cultura 2009.

18-26 APRILE _ 14.00-18.00 giorni feriali (ultimo ingresso ore 17.30)

19/25 APRILE _ 10.00-18.00 (ultimo ingresso ore 17.30)

Biblioteca Reale – piazza Castello, 191
Tel. 011 543855

Weblink:www.breal.tutela_valorizzazione@beniculturali.it

Weblink:www.bibliotecareale.beniculturali.it

Promosso da: Ministero per i Beni e le Attività Culturali,

Direzione Generale per i Beni Librari, gli Istituti Culturali e il Diritto d’Autore, Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Piemonte, Biblioteca Reale di Torino