Tempo di castagne e di…Sagre

in Valle Isarco:

Le Settimane della castagna nella Valle Isarco si svolgono dal 20 ottobre al 5 novembre 2006 nel circondario della Valle omonima. I gastronomi che vi partecipano, da Varna al Renon, presenteranno alla gente del paese e ai turisti, le loro leccornie a base di castagna. Sarete accolti dalle più varie specialità alla castagna: dagli antipasti gustosi ai pranzi saporiti fino ai dessert raffinati. Inoltre, durante questo periodo il marrone fa la parte da protagonista anche nel corso di una passeggiata denominata "Keschtnweg" – il sentiero del castagno della Valle Isarco (= espressione che deriva dal dialetto sudtirolese "Keschtnrunde"/circolo, giro delle castagne, di Velturno e "Keschtnigl"/riccio delle castagne. La passeggiata incomincia a Varna per finire, toccando Bressanone, Velturno, Chiusa, Villandro e Barbiano al Renon. e può essere percorso per tutto l’anno portando in boschi misti, prati e castagneti. L'itinerario è costellato di posti leggendari che raccontano di streghe, fate e demoni, accentuando così il valore culturale dalla castagna.

in Valle d'Aosta:

Domenica 22 ottobre 2006, si svolge presso la località di Trambesère, Pontboset, la 17^ edizione della Sagra della Castagna. Un appuntamento, con cadenza annuale, che sottolinea la consolidata vocazione di Pontboset alla coltivazione di questo prelibato frutto autunnale. Tra i frutti più gustosi e più importanti della gastronomia valdostana è d’obbligo citare la castagna, localmente prodotta in grandi quantità nelle zone comprese tra Point-Saint-Martin e Chatillon, proprio all’imbocco della valle di Lys, area ove è concentrato l’ottanta per cento dei castagneti dell’intera regione. Questo delizioso frutto autunnale viene utilizzato per la preparazione di numerosi piatti tipici locali quali zuppe e minestre, o per abbinarla a salumi, a burro e latte di montagna. Ingrediente fondamentale di mille dolci squisiti, si utilizza anche per ottenere gustose confetture, o la si mescola alla panna montata o al cioccolato, un prodotto di piccole dimensioni e facile conservazione le cui caratteristiche organolettiche sono rimaste sino ad oggi ineguagliate. Tra le maggiori cooperative che si occupano della raccolta, lavorazione e conservazione della castagna con metodi naturali ricordiamo la Cooperativa il Riccio che ha sede a Lillianes, ed alla quale si rivolgono la maggior parte dei produttori della Valle d'Aosta.

ad Ocre, in provincia dell'Aquila:

Come ormai da tradizione più che ventennale, si svolge anche quest'anno nel comune di Ocre la Sagra della Castagna giunta alla 21ª edizione, che accoglie visitatori da tutto il centro Italia. La data di svolgimento sarà il 21 e 22 ottobre 2006 e la frazione del comune in cui avrà luogo sarà come sempre San Felice d'Ocre. Ocre è un piccolo paese, composto da numerose frazioni, che prende il nome dal vicino Monte Ocre. È presumibile che in questa zona fosse presente un abitato sin dall'antichità ed in particolare dall'epoca in cui imperavano gli italici. A lungo è stato feudo dei Conti dei Marsi e dei Conti del Sangro. Qui si svolge la consueta Sagra della Castagna: folclore e degustazioni in un'atmosfera rarefatta, che ci riporta a vecchi costumi contadini ed ai sapori genuini di una volta.La sagra si svolge per tutto il paese, in ogni piazza sarà allestito, al coperto, uno stand. Si inizia dal pomeriggio del sabato (ore 17.00) con l'apertura dello stand dei dolci dove si potranno assaggiare Pan di castagne, Cannoli, Torta di castagne, Crostata di castagne, Tronchetti, Ferratelle ripiene, Moretti, Rotolo di castagne. Alle ore 19.00 aprirà anche lo stand ristorante che offrirà Minestra di Ceci e Castagne, Spezzatino con castagne, Pennette all'arrabbiata, Bistecche, Salsicce, Patatine fritte, Vino montepulciano DOC. Altri stand proporranno invece Caldarroste e Vin brulè, Castagne crude, Pizze fritte. La domenica sarà possibile servirsi anche a pranzo. In questa giornata, per tutto il pomeriggio, un gruppo di musicisti itinerante si muoverà per tutto il paese, nei vari stand allestiti, per proporre musica e balli. In piazza si potranno riunire i bambini per divertirsi e fare festa con il clown e con i giochi dell'area verde. Le due serate saranno allietate da orchestre di liscio e balli di gruppo. Il sabato sera in una seconda piazza si svolgerà un concerto rock. Buon divertimento! La castagna ha un altissimo valore nutritivo sia lessata che arrosto, tanto che forma la base principale dell’alimentazione di alcune popolazioni montane. Questo frutto è molto digeribile e assimilabile, e rappresenta un cibo sano e sostanzioso per gli individui magri. E’ per questo che viene particolarmente consigliato a tutti coloro che esercitano attività intellettuale, ai convalescenti, alle persone anziane ed agli sportivi. Contiene infatti diverse vitamine e proteine più ferro, zinco, rame, magnesio, fosforo, zolfo, sodio e calcio.

ed a Melfi, in provincia di Potenza:

La sagra della Varola, ovvero del marroncino di Melfi arrostito, è una manifestazione popolare che ha origini antichissime. Si pensa che la pianta del castagno, parte integrante del paesaggio di tutta la zona, potrebbe essere stata importata dalla Turchia da Federico II, a cui Melfi è legata per essere stata la città delle Costituzioni Federiciane. Il 21 e 22 ottobre 2006, nella centralissima Piazza Duomo, Melfi celebra la 47^ edizione della festa popolare in onore della varola. Nei giorni della sagra la piazza si trasforma in un grande bosco, con stand dalla forma di tipici rifugi montani, dove verranno esposti tantissimi alimenti prodotti con questo frutto: il castagnaccio, i dolci e il gelato di marroni, le tavolate con pasta ottenuta dalla farina di castagne e la carne condita con crema di marroni. Il tutto innaffiato dal poderoso vino doc della zona, l’Aglianico del Vulture. Melfi si carica di un umore festoso, grazie alla partecipazione dei numerosi gruppi musicali e popolari che rallegrano la città con spettacoli e danze. Migliaia di turisti e curiosi invadono le sue strade, per gustare e acquistare i prodotti locali e soprattutto le caldarroste.