Telefonate all' 800666006 per le irregolarità alimentari

A poco più di un mese dall'attivazione del numero verde "Manca l'etichetta" (800666006), promosso in collaborazione con Coldiretti, Adiconsum fa un bilancio delle segnalazioni dei consumatori. Sono state circa 500 le chiamate giunte al numero verde, dunque i consumatori hanno risposto bene all'iniziativa, chiedendo soprattutto un'informazione corretta e trasparente, oltre che un elevato livello igienico-sanitario. Il maggiore numero di irregolarità segnalate nella fase di commercializzazione al dettaglio ha interessato, infatti, le informazioni obbligatorie sulle etichette dei prodotti alimentari, sia sfusi sia confezionati; ma anche lo stato igienico-sanitario della merce in esposizione o vendita, ''che i consumatori – scrive Adiconsum in una nota – denunciano essere carente''. L'omissione delle indicazioni obbligatorie sulle etichette (provenienza, categoria e spesso anche prezzo) è ''più frequente nei mercati rionali e nella bancarelle lungo le strade. Insieme a queste due indicazioni – sottolinea Adiconsum – emerge anche la difficoltà a leggere le informazioni sulle etichette degli alimenti confezionati in vendita presso la grande distribuzione organizzata e il dettaglio tradizionale''. Paolo Landi, segretario generale di Adiconsum, richiama l'esigenza di "controlli anche da parte della Polizia municipale sui mercati rionali e sui piccoli negozi del dettaglio tradizionale. Non è sufficiente fare le leggi, ma è necessario farle rispettare".Il numero verde è stato istituito con l'intento di invitare i consumatori a farsi parte attiva della catena alimentare che segue il percorso "dai campi alla tavola", e segnalare eventuali irregolarità riscontrate nella fase di vendita. Adiconsum invita i consumatori a continuare nel loro impegno per ottenere un elevato standard igienico-sanitario e qualitativo ''veicolato anche tramite l'etichetta, a patto che – conclude l'Associazione – questa sia presente''.
(Red-Mal/Adnkronos Salute)