Succo di mela: elisir di salute

Troppe uova possono far aumentare il rischio di ammalarsi di diabete, piu' succo di mela puo' invece proteggere dall'Alzheimer. Questi i risultati di due studi separati condotti negli Stati Uniti che sottolineano ancora una volta l'importanza di un'alimentazione equilibrata e varia. La tipica colazione all'inglese, afferma la prima ricerca, diretta dal Dr. Luc Djousse della Harvard Medical School in Boston, non e' consigliabile: il suo team ha scoperto, studiando per un lungo periodo 57.000 adulti americani, che quelli che mangiavano un uovo al giorno avevano dal 58% al 77% di probabilita' in piu' di chi non mangiava uova di sviluppare il diabete di tipo 2.

Questo dato, come si legge sulla rivista Diabetes Care, non significa che le uova facciano male o causino il diabete, sottolineano i ricercatori, ma che e' consigliabile limitarne il consumo. Il collegamento tra uova e diabete di tipo 2 non e' chiaro, ma il colesterolo potrebbe giocare un ruolo. Il secondo studio, condotto sui topi e diretto da Thomas B. Shea e Amy Chan della University of Massachusetts-Lowell, si e' invece concentrato su un'altra importante malattia della nostra epoca, l'Alzheimer, e ha osservato che bere succo di mela aiuta a rallentare l'accumulo di quei frammenti di proteine (i beta amiloidi) che danneggiano il cervello in questa patologia degenerativa. I beta amiloidi sono i "mattoni" che formano le placche che tipicamente si accumulano nel cervello delle persone affette dall'Alzheimer.

Anche in questo caso, i risultati dello studio, pubblicati dal Journal of Alzheimer's Disease, non dimostrano che bere litri di succo di mela curi l'Alzheimer ma che l'alimentazione ha nel lungo termine un ruolo nel prevenire la malattia. Shea e Chan sottolineano l'importanza di consumare abbondante frutta e verdura fresca per combattere lo stress ossidativo, all'origine, insieme a fattori genetici, delle patologie degenerative.

Fonte: Pagine mediche