Successo nelle Marche per ''Tipicità''

Un successo, il Festival delle Marche "Tipicità" appena conclusosi; un risultato del tutto previsto, dato che quest'anno è ormai la 13° Edizione di una passerella golosa e curiosa: prodotti tipici di questa regione baciata dalla fortuna di possedere risorse naturali e un paesaggio incontaminato che la rende ideale per il turismo e le "tipicità" (scusate il bisticcio di parole di un'agricoltura feconda (olivi, viti, industrie alimentari locali, vanto della regione ecc.).
Per queste ed altre ragioni, “Tipicità”, il Festival dei prodotti tipici della Regione Marche (una curiosità: è la sola regione italiana ad avere il nome al plurale) considerato giustamente “la più completa esposizione di vini, olio extra vergine d’oliva e specialità gastronomiche tipiche marchigiane, ha ospitato quest’anno la Slovenia, che è quindi scesa in campo anche per festeggiare il suo ingresso nell’Ue proponendo una cena con le proprie specialità regionali.
Con la presenza dell’ambasciatore della Slovenia a Roma, dottor Vojko Volk, sono intervenute a Villa Lariano di Marina Parmense (Fermo) autorità regionali e provinciali, per onorare la cucina del Ristorante “Prj Loizetu” del Castello Zemono di Vipava.
L’organizzazione portava la firma del “Turismo sloveno S.T.O. di Milano.
Nel corso di “Tipicità 2005”, nel vasto programma degli incontri internazionali, la Slovenia, la Spagna e le Marche hanno proposto una degustazione dei “grandi vini europei”: Verdejo, Zelén, Radicchio.
La regione veronese, invece, ha proposto i suoi vini “Doc” Soave, Custoza e Recioto.
Per la prima volta il gruppo folkloristico “Koleda”, noto a livello internazionale è approdato a Fermo dalla Slovenia; uno spettacolo musicale ispirato a tutte le regioni del territorio etnico sloveno. Oggi “Koleda” è composto da quattro gruppi di ballerini, musicisti e di un gruppo di suonatori di “tamburica” tutti vestiti con ricchi costumi medievali.
Il nome di questo gruppo sloveno deriva dall’antica tradizione natalizia quando i “kolendniki” andavano in giro per fare gli auguri di buone Feste suonando e cantando.
In questo modo la Slovenia ha festeggiato a “Tipicità” il suo ingresso nell'Unione Europea.
“Slovenia Rinvigorisce” è ora il motto della sua cucina tradizionale.

Alfredo Zavanone