Stai per comprare un elettrodomestico? Accertati che sia compatibile con lo standard unico “Matter”

Negli ultimi anni vi sono stati progressi circa i dispositivi per la “casa intelligente” (Smart Home o “Domotica”) come, ad esempio, i termostati connessi a Internet, le serrature intelligenti e gli aspirapolvere robot.

Dispositivi che sono diventati accessibili a tutti, funzionando e interagendo con assistenti virtuali come Alexa di Amazon, Google Assistant e Siri di Apple. Eppure, nonostante la presenza di tali dispositivi, il concetto di Domotica rimane ancora caotico.

Molti prodotti di Smart Home, ad esempio, non sempre interagiscono alla perfezione con altre tecnologie. Alcune serrature, per esempio, funzionano solo Apple e non con Android. Alcuni termostati, invece, interagiscono con Google Assistant e non con Siri. E tale mancanza di compatibilità ha creato alcuni problemi nel tempo.

Una serratura compatibile con Apple, ad esempio, non è utile per il membro della famiglia o per l’inquilino che utilizza Android. Così come siamo ancora lontani dalla comunicabilità dei dispositivi domestici tra loro, come il caso in cui la lavatrice comunica all’asciugatrice che i vestiti appena lavati sono pronti per essere asciugati.

In questo 2022 le Big Tech come Apple, Samsung, Google e Amazon stanno investendo tempo e denaro per rendere la Domotica più pratica. Tali colossi hanno in programma di rilasciare e aggiornare lo standard unico “Matter” (precedentemente “Project CHIP”, Connected Home over IP), che consentirà ai dispositivi domestici intelligenti di comunicare tra loro indipendentemente dall’assistente virtuale o dal tipo di dispositivo (Apple o Android), con massima compatibilità.

Questo significa che durante il 2022 quando si acquisterà un prodotto per la Domotica bisognerà sceglierlo tra quanti esporranno l’etichetta di compatibilità con lo standard Matter.

Cos’è lo standard”Matter”?