Sono maggiori gli effetti benefici del pesce

La Food Standards Agency (FSA), un organismo del Regno Unito di Gran Bretagna che tutela la salute, mette in guardia dai rischi che potrebbero derivare dall'ingestione di mercurio e diossine contenute in molti pesci grassi.
Questo allarme nulla toglie alle conoscenze che si hanno circa gli effetti benefici apportati da un'alimentazione ricca di pesce.
Il messaggio ribadisce che il pesce puo' essere consumato con tranquillita' e che la gente potrebbe migliorare il proprio stato di salute se ne consumasse di piu' di quanto ne mangia ora.
Via, allora, al consumo di pesci grassi come il salmone, la trota, la sardina, l'aringa, lo sgombro e l'anguilla, ma con un limite che per la FSA dovrebbe essere di una porzione alla settimana (140 grammi se cotto, 170 grammi se crudo), piu' un'altra porzione di pesce bianco e piu' magro.
La quantita' di pesce consigliata che tiene conto del pericolo tossine e' comunque piu' bassa rispetto al consumo medio nazionale: la maggior parte dei britannici mangia meno di un terzo di una porzione di pesce grasso alla settimana, ed il 70% non ne mangia affatto.
Il livello di diossine nel pesce varia a seconda delle specie ed e' piu' alto nelle aringhe mentre e' piu' basso nelle trote.
Le diossine ed i bifenili policlorurati (PCB) che fino agli anni '70 erano utilizzati nella produzione di apparecchiature elettriche e che sono stati scaricati in mare, sono sostanze inquinanti legate a diversi tipi di cancro e che si accumulano nei tessuti umani in un lungo periodo di tempo. Tali sostanze sono anche contenute nel latte, nelle uova e nella carne, anche se la loro presenza in tali alimenti e' scesa del 70% negli ultimi 10 anni.
Gli esperti vorrebbero che la gente approfittasse degli effetti benefici degli acidi grassi Omega 3, contenuti in particolar modo nei pesci grassi, come anche nel tuorlo d'uovo e nei semi di lino, ma senza esagerare per via delle tossine.
Gli Omega 3 possono infatti proteggere dalle malattie di cuore, sono essenziali nello sviluppo cerebrale di neonati e bambini piccoli, possono migliorare attenzione, concentrazione ed apprendimento e prevenire malattie mentali.
I giapponesi e gli islandesi mangiano piu' pesce di tutti ed hanno la durata di vita media piu' lunga ed il peso alla nascita piu' alto.