Solo i “cuori più buoni” diventano carciofi

Carciofi freschi puliti e pronti all’uso in cucina: dal Gruppo T18 l’interpretazione in chiave moderna di un ortaggio classico della tradizione italiana. In un packaging colorato e impattante, dalla livrea violacea che ne ricorda il caratteristico colore, quattro cuori di carciofo, selezionati, puliti e pronti all’uso. E’ questa la proposta del Gruppo T18, realtà torinese specializzata nella produzione e commercializzazione di frutta e verdura di qualità, per riscoprire un ortaggio della tradizione culinaria italiana, sempre meno presente sulle nostre tavole perché difficile da preparare.
Il vassoio da 4 frutti contiene solamente teneri e freschi cuori di carciofo, a cui sono state asportate le brattee legnose che ne avvolgono la parte esterna e il lungo gambo che ne sostiene il capolino. Custoditi nel loro imballaggio di cartone personalizzato, che nasconde nel retro utili consigli gastronomici, i carciofi sono pronti per essere cucinati.
Carciò viene coltivato nelle aree più vocate della nostra penisola, nei terreni di Barrali e Villasor in provincia di Cagliari, e nella zona della Saunia in Puglia.
Dalla Bretagna, in Francia, arrivano invece i carciofi precoci violetti, una valida alternativa a quelli coltivati entro i confini italiani. Carciò è un prodotto VIVA, da materia prima T18, commercializzato su tutto il territorio nazionale presso le più importanti catene distributive fra le quali Carrefour, Unes, Crai e Pam.

Il Gruppo T18, nasce nel 1972, oggi riunisce 10 aziende specializzate nella produzione di prodotti ortofrutticoli.
Ha fatturato, nel 2006, 60 milioni di euro, estende le sue colture su 100 ettari di proprietà e canalizza le sue vendite al 50% nella moderna distribuzione e al 50% su normal trade, ambulanti e Ho.re.ca.
VIVA è una società del Gruppo T18, specializzata nella produzione e commercializzazione di prodotti ortofrutticoli ad elevato contenuto di servizio: prodotti di V gamma, ortaggi grigliati freschi e sughi freschi.