Slow Food si riunisce in Congresso a Sanremo

Slow Food festeggia il XX d'attività riunendosi in Congresso a Sanremo. L'evento, presentato martedì 6 giugno nella città dei Fiori punta anche ad una collaborazione con la regione Liguria che punta al rilancio del territorio e della qualità nel campo agro-alimentare.
Collaborazione che si è consolidata lo scorso anno con "Slow Fish" e che proseguirà, a ottobre, con la presenza della Regione Liguria al "Salone del Gusto di Torino".
Lo ha spiegato l’assessore al Turismo della Regione Liguria, Margherita Bozzano, intervenendo alla conferenza stampa a Villa Zirio.
Una collaborazione, quella della Regione Liguria con Slow Food, che contribuisce a sviluppare una conoscenza e una promozione del territorio, partendo dalla tutela dei prodotti tipici di qualità e delle bio- diversità, attraverso i presidi, su iniziativa della giunta Burlando si appresta a diventare strutturale con l’adesione all’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo e l’apertura di una sede in Liguria legata ai prodotti del mare.
Per la Regione Liguria, la diffusione della cultura della certificazione dei prodotti tipici di qualità come quella portata avanti da Slow Food, rappresenta un forte sostegno alla promozione turistica del turismo e dell’agricoltura del territorio e un valore aggiunto alla nostra offerta turistica.
“La cultura di una sana alimentazione- ha affermato l’assessore al turismo della Regione Liguria Margherita Bozzano- è un patrimonio che abbiamo il dovere di trasmettere alle nuove generazioni.
L’adesione della Regione Liguria all’Università di Scienze Gastronomiche, voluta dal presidente Claudio Burlando, va in questa direzione”.
“Come va in questa direzione l’idea che intendiamo portare avanti, di riservare nei porticcioli turistici posti barca per i pescatori con la possibilità di vendere il loro prodotto in banchina , un momento di promozione turistica e commerciale”,ha detto la Bozzano.
Soddisfazione è stata espressa dall’assessore al turismo della Regione Liguria per l’inserimento nel programma del congresso di Slow Food a Sanremo, di una serata abbinata al Club Tenco.
“ A Genova e in Liguria è cresciuta la scuola più famosa dei cantautori italiani, il Club Tenco ne rappresenta, e non solo idealmente, la continuità. Una cultura musicale, quella della canzone d’autore che dopo tanti anni non ha certo consumato il proprio sogno.
Un percorso che va avanti con i nuovi musicisti che ogni anno vengono a Sanremo nel segno di una eccellenza artistica che ben si coniuga oggi con quella eno-gastronomica di Slow Food”, ha affermato l’assessore.