''Slow Food on Film'' a Bologna

Il 10 maggio la presentazione di Cultura Gastronomica Italiana e Le Chiavi di Casa Artusi, con le loro sezioni su cinema e cibo

Dal 7 all’11 maggio, la città di Bologna ospiterà la quarta edizione del festival internazionale Slow Food on Film. La rassegna nasce nel 2002 dall’esperienza di “Corto in Bra”, festival biennale di cortometraggi; quest’anno l’adesione della Cineteca di Bologna e l’intenzione di creare una manifestazione autonoma che si occupi del cinema a tema gastronomico a 360°, hanno dato vita ad una cinque giorni di intensi appuntamenti dedicati al connubio tra queste due grandi passioni.

Tra proiezioni di film, documentari, serie tv e incontri con personaggi della cultura e del cinema, sabato 10 maggio saranno presentati al pubblico i due portali Cultura Gastronomica Italiana e Le Chiavi di Casa Artusi, con le loro sezioni appositamente dedicate al rapporto tra cinema e cibo.

La valenza culturale dei saperi enogastronomici è da sempre stato punto di partenza per la costruzione del nostro portale, che negli anni si è andato definendo come la più completa e aggiornata banca dati dedicata alle fonti della civiltà della tavola. La sezione dedicata ai film raccoglie circa 200 opere che trattano, in modi diversi, di cibo e cultura gastronomica. Temi sviscerati lungo tutta la trama o appena accennati e suggeriti in alcune sequenze, ma comunque presenti in un settore, quello cinematografico, che forse più di tutti ha raccontato la storia del nostro Paese. Nei decenni il cinema italiano ha infatti narrato il rapporto tra gli italiani e il cibo, il passaggio dalla privazione all’abbondanza, i cambiamenti di stili di consumo e l’arrivo di nuove mode alimentari.

Le chiavi di Casa Artusi – Portale della cucina domestica (www.casartusi.it), è un repertorio di risorse on-line dedicato alla cucina di casa, frutto della collaborazione tra Casa Artusi, il centro di Forlimpopoli dedicato alla cultura della cucina domestica italiana, e la Soprintendenza per i beni librari e documentari della Regione Emilia-Romagna. Il portale offre la possibilità di ricercare, in altri siti o risorse web, tutte quelle fonti nazionali e internazionali relative alla cucina domestica e al mondo che le ruota intorno. Presso la sede di Casa Artusi a Forlimpopoli è inoltre presente una videoteca contenente circa 200 film e documentari italiani e stranieri legati all’enogastronomia.

Lisa Bellocchi, giornalista RAI e curatrice della rubrica TgR “Italia agricoltura”, intervisterà per l’occasione Rino Pensato (Mensamagazine), Madel Crasta e Dario Simonetti (BAICR- Cultura Gastronomica Italiana), Rosaria Campioni e Vincenzo Bazzocchi (IBC- Soprintendenza per i beni librari e documentari della Regione Emilia-Romagna), Mauro Grandini e Antonio Tolo (Comune di Forlimpopoli).
Il dibattito verrà seguito dalla proiezione del film-documentario “La variante Sultano”, un particolare viaggio nella cucina dello Chef siciliano Ciccio Sultano, realizzato da Vincenzo Cascone e prodotto da Extempora e il Ristorante Duomo di Ragusa.

Per informazioni:
www.slowfoodonfilm.com
www.cinetecadibologna.it