Slow Food Campania e Veneto a Slow Fish a Genova

L’Italia delle Regioni al Slow Fish 2007

Un programma articolato caratterizza la presenza di Slow Food Campania alla manifestazione Slow Fish, prevista a Genova dal 4 al 7 maggio prossimi.
Il maxi-evento, a cadenza biennale e giunto alla terza edizione, è organizzato da Slow Food con l'intento di radunare comunità della pesca, associazioni, ricercatori ed appassionati intorno al mondo ittico, puntando i fari sia suoi problemi sia sulle sue bontà.

Slow Food Campania, che cura la partecipazione della Regione Campania e dell'Ersac, per i quattro giorni dell'appuntamento ligure ha predisposto dei laboratori/seminari d'approfondimento sulle tematiche legate ad un consumo sostenibile del pesce attraverso delle proposte gastronomiche. Al sodalizio campano, infatti, è stata affidata una delle quattro "Osterie del mare" presenti a Slow Fish, per la preparazione di menu giornalieri tipici della cucina di mare della nostra regione. E' ovvio che l'osteria rappresenta anche una non trascurabile occasione per promuovere tante produzioni nostrane (olio, ortaggi, vino) utilizzate nella cucina in accostamento col pesce. Per Slow Food Campania a Genova sono presenti: il Presidente Gaetano Pascale, il vicepresidente Enzo Luciano, e i fiduciari Rita Abagnale, Vito Trotta, Nerio Baratta, Giustino Catalano, Gianna De Lucia, Patrizia Della Monica, Sergio Galzigna e Valter Vernacchio.

Questo il programma: Venerdì, 4 maggio, ore 11, La cucina di strada: il fritto di mare; ore 13, pranzo: L'unico!! del mare, l'Azzurro nel piatto; ore 16,30, Laboratorio: Miti e mitili.
Sabato, 5 maggio, ore 11, La cucina di strada: il fritto di mare; ore 13, pranzo, L'unico!! del mare, mitili, molluschi e miti; ore 16,30, Laboratorio, Un mare di azzurro: le esperienze; ore 18, La cucina di strada: il fritto di mare; ore 20, Cena, L'unico!! del mare, mitili, molluschi e miti.
Domenica, 6 maggio, ore 11, La cucina di strada: il fritto di mare; ore 13, pranzo, L'unico!! del mare con i suoi profumi; ore 16,30, Laboratorio: Rari e preziosi; ore 18, La cucina di strada: il fritto di mare; ore 20, cena, L'unico!! del mare con i suoi profumi.
Lunedì, 7 maggio, ore 11, La cucina di strada: il fritto di mare; ore 13, pranzo, L'unico!! del mare: anche questo è pesce!; ore 16,30, La cucina di strada: il fritto di mare.

A Slow Fish il Veneto porta tutti i sapori dell’alto Adriatico e della laguna. Prodotti locali, fra i quali spicca il Presidio Slow Food delle moleche, delizieranno i visitatori, il tutto accompagnato dall’ampia gamma di vini di qualità.

I Laboratori del gusto, iniziative ideate per far conoscere l’eccellenza della produzione artigiana nazionale, presentano abbinamenti e degustazioni illustrati direttamente da esperti, produttori, pescatori, artigiani e viticoltori. A Slow Fish due laboratori hanno come protagonisti i prodotti veneti:
• Ven 4 h. 16.00, Incontro con le comunità del cibo: i pescatori della laguna di Venezia. Le storie dei pescatori della laguna e assaggio, guidati da Galdino Zara, chef e patron dell’osteria De Paeto a Pianiga (Ve), di alcuni pesci e crostacei della laguna tra cui le imperdibili moleche (Presidio Slow Food). In abbinamento selezione di vini delle aziende vinivole italiane del Gruppo Zonin – LF2
• Lun 7 h. 16.00. Incontro con le comunità del cino: anguilla marinata tradizionale delle valli di Comacchio. Le anguille (Presidio Slow Food) e altri prodotti come latterini, gamberetti, salicornia, raccontate e preparate dai pescatori delle valli di Comacchio (Fe). Abbinamento con i vini della cantina veneta Prà di Monteforte d’Alpone (Vr) – LF20

Venti Presìdi, raggruppati in quattro aree tematiche, accompagnano il visitatore. Si possono assaggiare e comprare i loro prodotti, ma soprattutto conoscere le aree di provenienza e le tecniche di pesca grazie a mostre fotografiche e documentari video e alla straordinaria possibilità di incontrare personalmente i pescatori, parlare con loro, fare domande, capirne fino in fondo la realtà e la fatica quotidiana. Il Veneto porta a Slow Fish le Moleche, il granchio verde della laguna di Venezia. I crostacei vengono pescati quando sono in fase di muta, ad aprile e maggio in primavera, e a ottobre e novembre in autunno. Le moleche si mangiano leggermente infarinate e fritte nell’olio.

Il mercato, la piazza di Slow Fish, è un luogo dove conoscere, ascoltare, imparare e acquistare prodotti ittici e affini, riflettendo su abitudini e pratiche quotidiane che affondano le loro origini nella tradizione popolare. Tra le bancarelle del pesce fresco, si può trovare il miglior pescato del giorno. Qui ha luogo quotidianamente la tradizionale asta del pesce, animata dai pescatori stessi, che permette al pubblico di aggiudicarsi ottima materia prima per le proprie ricette.
Nello stesso settore si trova anche un’ampia zona dedicata al pesce conservato sott’olio, in salamoia o sotto sale proveniente da diverse realtà, italiane ed estere, selezionate secondo attenti parametri qualitativi. Nel vasto spazio dedicato all’olio extra vergine di oliva si possono scoprire e apprezzare, oltre all’olio, quei prodotti, quali ad esempio il sale, che da sempre in cucina accompagnano ed esaltano il sapore del pesce.
• Associazione piscicoltori italiani, Verona – Stand B35
• Consorzio per la gestione della pesca dei molluschi bivalvi nel compartimento marittimo di Venezia Co.Ge.Vo, Caorle (Ve) – Stand B16
• Consorzio per la gestione della pesca dei molluschi bivalvi di Chioggia Co.Ge.Vo, Chioggia (Ve) – Stand B18
• Cooperativa Agricola pescatori del Garda, Garda (Vr) – Stand B21
• Cooperativa pescatori dell’Adriatico, Scardovari (Ro) – Stand B14
• Cooperativa pescatori di Pila, Porto Tolle (Ro) – Stand B13
• Finpesca Srl, Porto Vito (Ro) – Stand B20
• Linea Blu Srl, Chioggia (Ve) – Stand B17
• Organizzazione di produttori della pesca di Fasolari Soc. Coop, Chioggia (Ve) – Stand B15
• Regione Veneto – Unità Complessa Politiche Faunistico Venatorie e della Pesca, Mestre (Ve) – Stand D6, D7
• Rio Fontane Azienda Agricola, Istrana (Tv) – Stand B22
• Salvador Azienda Agricola, Treviso – Stand B22
• San Marco Associazione Produttori Pesca Scarl, Chioggia (Ve) – Stand B19

Le Osterie del mare sono vere e proprie sintesi del territorio osservato in chiave gastronomica. Ogni giorno i menù d’osteria propongono specialità e ricette ittiche regionali: dalle più complesse alle più semplici, dalle più conosciute alle più insolite, dalle più tradizionali alle più innovative. Così sarà anche per i vini, grazie all’ampia scelta dei possibili e originali abbinamenti.
Regione Veneto Dipartimento Pesca ha allestito uno spazio in cui gustare comodamente le specialità della cucina veneta di pesce, accompagnate da vini Doc e Docg del territorio (Stand D6 – D7).