Sigep : la salute vien mangiando… gelati

I Maestri della Gelateria Italiana presentano il gelato a basso carico glicemico. Assaggiare per credere!

Non solo buono, ma anche alleato della salute. La novità proposta al Sigep 2015 dai Maestri della Gelateria Italiana è il gelato a basso carico glicemico, in linea con le più recenti indicazioni nutrizionali della SINU (Società Italiana Nutrizione Umana). Il risultato di un anno di studi, realizzati in collaborazione con la Scuola Italiana di Gelateria di Perugia e con la consulenza scientifica della dott.ssa Roberta De Sanctis, biologa nutrizionista. Per i più scettici l’unico modo è assaggiare. L’appuntamento per tutti è al Sigep Lunedì 19 alle 12,00 – padiglione A3, stand 178 – per un assaggio bendato. Riusciranno golosi e gourmet, incuriositi dalla sfida, a riconoscere il sorbetto al limone a basso carico glicemico da quello realizzato in maniera tradizionale?

Può un gelato essere buono e al tempo stesso fare bene al nostro organismo? Sì, e a dimostrarlo sono i Maestri della Gelateria Italiana che si riuniscono in questi giorni al Sigep di Rimini. Da sempre impegnati per approfondire la conoscenza del gelato artigianale e condividere con colleghi ed esperti del settore i progressi della gelateria al fine di ottenere un prodotto di qualità sempre più alta, i Maestri presentano a Rimini IL GELATO A BASSO CARICO GLICEMICO. La loro golosa proposta è un gelato che mantiene inalterati il sapore e la consistenza del gelato tradizionale ma che, grazie all’aggiunta di fibre, diminuisce la risposta glicemica. Niente edulcoranti artificiali né polialcoli e nemmeno fruttosio, il cui uso è sconsigliato dalle ultime linea guida nutrizionali, ma solo fibre naturali.