Si ritrovano a cena le ''Osterie in festa''

Lunedi' 20 marzo 2006, all'Istituto Alberghiero "Celletti" di Formia (Roma),
cena di gala e dalla premiazione per la sesta edizione di ''Osterie in festa''.
Partecipano tutti i locali della Provincia di Latina presenti nella Guida Osterie d'Italia 2006 e pubblicata da Slow Food Editore.
Come nelle precedenti occasioni la cena sara' curata da alcuni degli chef premiati quest'anno:
– Roberto Faraglia de La Taberna dei Lari di Latina e Fausto Ferrante del Tramonto di Sperlonga, insieme a due chef ospiti, Oreste Romagnolo de Orestorante di Ponza e Stefano Chinappi del Chinappi di Formia.
La cena è preceduta da un banco d'assaggio al quale saranno presenti le migliori cantine della provincia: Sant'Andrea, Casale del Giglio, Cincinnato, Pietra Pinta, Terra delle Ginestre, Carpineti e Il Quadrifoglio. Saranno disponibili in degustazione oltre venticinque vini, molti dei quali delle nuove annate presentati in anteprima, cui seguiranno, in abbinamento con le pietanze proposte per la cena, altri vini bianchi nonche' i vini dolci delle stesse aziende. L'apertura del banco d'assaggio e' alle 19.00, mentre la cena ha inizio alle 20.30.
I locali premiati sono ventidue e vanno da Bassiano a Campodimele, da Cori a Sperlonga.
L'evento e' curato da Dionisio Castello, responsabile regionale di Slow Food per il Lazio, che ha voluto per questa edizione una sede come l'alberghiero ''a testimonianza dei contatti necessari fra il mondo della ristorazione e quello dell'istruzione professionale''.
Il menu' prevede, per la parte curata da ''Orestorante'', Bloody Mary con gamberi marinati, trito di tonno con uova di quaglia e caviale, orzotto all'ananas con mazzancolle gratinate alle mandorle, sformatino di ricotta con sgombro scottato; per quella del ''Tramonto'', polentina di riso Ferron con julienne di verdure brasate e ricciola affumicata, gnocchetti morbidi con zucchine, gamberi e Gran Cacio di Morolo, mentre per quanto riguarda il ''Chinappi'', fritto di calamaretti su insalatina croccante e tempura di zucchine.
Sempre dal ''Tramonto'' gelato al sedano bianco di Sperlonga, mentre dalla ''Taberna dei Lari'' arriva il semifreddo di torroncino con pistacchi di Bronte e scaglie di cioccolato Domori.