Seminario sul Parmigiano reggiano

E’ noto a tutti il problema delle crisi ricorrenti di mercato del Parmigiano-reggiano, e sono tanti i soggetti coinvolti per trovare soluzioni a questo problema chiave per l’agroalimentare reggiano. “Vendita diretta – Vendita a distanza – Esportazione… soluzioni o illusioni?” è il tema al centro di una mattina di confronto, organizzata sotto forma di seminario dall’Assessorato Agricoltura della Provincia di Reggio Emilia, in collaborazione con il Consorzio Parmigiano-reggiano, per mercoledì 25 giugno presso la Cantina Albinea Canali (Via Tassoni 213 – Canali, Re). In merito alle proposte e soluzioni prospettate per migliorare la situazione di mercato del “Re dei formaggi”, il C. R. P. A. Centro Ricerche Produzioni Animali di Reggio è stato incaricato di condurre uno studio sulle potenzialità di forme alternative di commercializzazione, con l’obiettivo di fornire ai produttori ed alle imprese indicazioni e informazioni utili per intraprendere queste nuove strade. Nella prima parte del seminario saranno illustrati i risultati del lavoro, in particolare l’indagine sulle iniziative di vendita diretta sul mercato domestico ed un’analisi delle possibilità di esportazione in alcuni paesi significativi per questo tipo di prodotto. Alle 9. 15 sarà l’Assessore provinciale all’Agricoltura Roberta Rivi ad introdurre i lavori, quindi vi sarà la presentazione dei risultati dello studio, da parte di Franco Torelli e Kees de Roest per il C. R. P. A. Nella seconda parte (prevista dalle 10. 45) in forma di tavola rotonda, i relatori illustreranno le loro esperienze sui mercati esteri e discuteranno della trasferibilità di queste esperienze al mercato del Parmigiano-reggiano. Presiede Giuseppe Alai, Presidente del Consorzio Parmigiano-reggiano, intervengono Gialuigi Zenti (Accademia Barilla), Corrado Casoli (Cantine Riunite), Domenico Paris (Ass. I. Ca. ), Ugo Franco direttore della sede Ice (Istituto Commercio Estero) di Bologna. A concludere il seminario sarà l’Assessore all’Agricoltura della Regione Emilia-romagna Tiberio Rabboni.