Seminario europeo a Milano su”Migliora la formazione per un’alimentazione più sicura”

La Commissione Europea organizza un seminario a Milano preceduto da una conferenza stampa; entrambi (conferenza stampa e seminario si terranno nello stesso giorno presso il Centro Congressi del Jolly Hotel ad Asssago – Milanofiori martedì 13 giugno a partire dalle ore 15:00.
Il tema oggetto del seminario riguarda "
i sottoprodotti di origine animale".
La Direzione Generale Salute e Protezione dei Consumatori della Commissione Europea ha affidato al consorzio Agri-Livestok Consultants il compito di svolgere alcuni seminari di formazione in materia di sottoprodotti di origine animale (in inglese “animal by-products”).
Questa attività fa parte dell’iniziativa della Commissione denominata “Migliora la formazione per un’alimentazione più sicura” (in inglese, Better training for safer food).
Il secondo di tre seminari si terrà a Milano dal 13 al 15 giugno 2006.
Sono invitati a partecipare rappresentanti delle autorità nazionali competenti degli Stati membri dell’UE e dei Paesi terzi e rappresentanti dell’industria del settore.
I partecipanti avranno modo di approfondire le loro conoscenze sulla legislazione comunitaria in materia di sottoprodotti di origine animale con l’obiettivo di migliorare la conformità alle norme.
Una conferenza stampa avrà luogo alle 15:00 di martedì 13 giugno, prima dell’inizio dei lavori.
Il Capo del Dipartimento per la sanità pubblica veterinaria, la nutrizione e la sicurezza degli alimenti, dott. Romano Marabelli, parteciperà assieme ai rappresentanti della Commissione europea e ai vari relatori.
I sottoprodotti d’origine animale sono materiali non destinati al consumo umano.
L’UE ha adottato una legislazione per il loro utilizzo ed eliminazione, più che altro come risposta a minacce gravi come la BSE (Encefalopatia Spongiforme Bovina) e altre patologie collegate al consumo di mangimi.
I regolamenti sono applicabili a tutti i prodotti d’origine animale non destinati al consumo umano.
Questi includono i prodotti per uso tecnico e quelli utilizzati per produrre mangimi e alimenti per animali da compagnia o per fertilizzanti (compost). Inoltre; i regolamenti riguardano i prodotti utilizzati per produrre carburanti biologici ed energia.

Regole chiare

La legislazione comunitaria fissa regole chiare in modo che i materiali d’origine animale non idonei all’alimentazione umana, siano esclusi dalla catena alimentare. Tale legislazione impone una rigorosa identificazione e tracciabilità per far sì che prodotti come carni e ossa destinate alla distruzione siano costantemente marcati. Ciò serve a prevenire le frodi e gli abusi di prodotti non autorizzati negli alimenti e nei mangimi.

Circa 250 delegati parteciperanno ai seminari, provenienti da Stati membri dell’UE, da paesi candidati e da paesi terzi che commerciano sottoprodotti d’origine animale con l’UE.
I relatori sono esperti europei con vasta esperienza nel settore, designati dalla Commissione.

Aspetti cruciali

Le presentazioni affronteranno tutti i temi cruciali dell’applicazione della legislazione in materia di sottoprodotti d’origine animale. In particolare saranno trattate i problemi collegati all’autorizzazione e al controllo degli stabilimenti, ai controlli di frontiera, ai nuovi sviluppi commerciali e alla raccolta ed eliminazione delle spoglie animali . I partecipanti otterranno una conoscenza più approfondita della legislazione in questo campo. Questo dovrebbe contribuire a migliorare la conformità e l’applicazione più uniforme della legislazione.
Il primo seminario della serie si è tenuto ad Atene dal 10 al 11 maggio e il terzo si terrà a Varsavia dal 11 al 13 luglio.
Una conferenza conclusiva è in programma a Bruxelles il 20 settembre, dove i partecipanti riesamineranno le esperienze maturate durante il ciclo di formazione.

Per ulteriori informazioni contattare: Jennie Davis, Agri-livestock Consultants, Amsterdam.
Tel. +31 20626284jennie@alc-consultants. Com Anne Martin, Coordinatrice del progett
Tel +353 1 2814826; martinannec@hotmail.Com