Semi di caffè privi di caffeina

Una scoperta, resa nota dalla rivista Nature, che servirà a chi, pur amando il caffè lo preferisce decaffeinato. E’ stata infatti rintracciata in Etiopia, dopo anni di ricerche, una rara varietà di pianta arabica quasi completamente priva di caffeina.
Il merito va ascritto ad un gruppo di agronomi brasiliani guidati dal professor Paulo Mazzafera, dell'Università degli Studi di Campinas.
Il prossimo obiettivo dei ricercatori sarà quello di innestare questa pianta con i normali chicchi di specie arabica oggi in commercio, per produrre su vasta scala caffè di alta qualità, dal sapore tradizionale ma senza caffeina.
Numerosi finora sono stati i tentativi di ottenere un decaffeinato di alta qualità e per questo gli addetti ai lavori si erano mossi su più fronti: c'era chi aveva concentrato l'attenzione sulla ricerca di sistemi di lavorazione dell'arabica per estrarre la caffeina lasciandone inalterata la qualità e chi invece aveva pensato di agire alla radice, eliminando o diminuendo la caffeina direttamente nella pianta con incroci tra arabica e piante di caffè di altre specie; incroci che però avevano dato una bevanda nera di qualità inferiore all'arabica.
Recentemente poi vi era stato anche chi aveva tentato di creare piante geneticamente modificate che sfornassero chicchi decaffeinati.