''Science for food'' alla Città della scienza di Napoli

Il 10 aprile sarà inaugurata la mostra "Science for Food" con un convegno sulle politiche e sulle opportunità di collaborazione e di trasferimento tecnologico nel settore food, durante la quale interverrà l'Assessore all'Agricoltura e alle Attività Produttive della Regione Campania, Andrea Cozzolino.
"Science for Food", visitabile fino al 22 aprile, focalizza l'attenzione sulle innovazioni tecnologiche sviluppate nell’ambito della fisica che hanno trovato interessanti applicazioni nel settore agroalimentare, ma nasce anche dalla volontà di promuovere la conoscenza delle produzioni tipiche eno-agroalimentari, la diffusione di una sana e corretta alimentazione e dal desiderio di valorizzare la competitività e qualità del made in Italy.
La mostra, frutto della collaborazione tra l'Istituto Nazionale di Fisica della Materia, INFM, e il Ministero dello Sviluppo Economico nell’ambito del progetto TIME – Tecnologie Innovative per il Mezzogiorno, si sviluppa in un percorso fatto di esperimenti che illustrano alcune tecnologie fisiche e le loro applicazioni: alcune già attuali, altre pronte per sviluppi del futuro.
Due exhibit interattivi all’inizio del percorso presentano in modo semplice e suggestivo le idee comuni agli esperimenti proposti: servono a illustrare quanto è impegnativo – in termini di conoscenze di base e di tecnologie utilizzate – trasformare un’idea in un prodotto certificato.
Il primo exhibit fa parte della mostra "Le Meraviglie della Scienza-alla scoperta dei materiali" presentata al Festival della Scienza di Genova 2006; il secondo è un’anticipazione della mostra "Oltre i sensi-un modo diverso di esplorare la realtà" in programma nell’ambito del Festival della Scienza 2008.
Proseguendo si osserva il funzionamento di strumenti reali, basati su tecnologie altamente innovative, e il loro impiego nel settore agro-alimentare: così, ad esempio, un naso elettronico riconoscerà, attraverso opportuni sensori, la provenienza geografica e la qualità di vari tipi di formaggio, di olio di oliva, di caffè e di sfarinati;
i raggi X verranno utilizzati per verificare l'assenza di corpi estranei negli alimenti e in particolare di frammenti pericolosi nelle olive denocciolate;
l'uso di un fascio laser permetterà di valutare l'integrità del processo di imbottigliamento dell’acqua;
la spettroscopia NIR verrà utilizzata per determinare, in modo automatico e senza toccarla, il grado di maturazione della frutta.

Dal lunedì al sabato dalle 9 alle 17
domenica dalle 10 alle 19