Salute: olio canapa spacciato per integratore

Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin si e' complimentata con i Carabinieri del NAS che, nell'azione di contrasto alle contraffazioni, hanno sequestrato in due aziende a Macerata olio di canapa spacciato per integratore alimentare con proprieta' terapeutiche non possedute. Il prodotto, sul sito internet e sui depliant delle aziende, veniva pubblicizzato come cura per diverse patologie (trombosi ipercolesterolemia, arteriosclerosi e altre malattie cardiovascolari, infezioni croniche alla vescica, colite ulcerativa, colon irritato, morbo di Crohn) nonche' utile per la sindrome premestruale e la menopausa. Nel materiale illustrativo venivano fornite inoltre indicazioni sulle modalita' e i tempi di assunzione, diversificati anche in base all'eta' e alla patologia. I militari del Nas hanno accertato che nei due stabilimenti, che producono oli vegetali e distribuiscono alimenti, l'olio di canapa veniva preparato in confezioni dai 100 ai 750 ml (per un prezzo al pubblico di circa 100 euro al litro) e poi commercializzato non solo presso il punto vendita ma su tutto il territorio nazionale attraverso spedizioni postali e su ordini on line. ''E' necessario perseguire con costanza frodi di questo tipo – ha dichiarato il ministro Lorenzin – che traggono in inganno i consumatori vantando proprieta' miracolose mettendo a rischio la loro salute, soprattutto in presenza di malattie che richiedono cure adeguate. L'occasione e' utile per evidenziare che gli integratori alimentari non hanno alcuna finalita' di cura perche' servono a favorire le naturali funzioni dell'organismo grazie al loro contenuto di nutrienti o altre sostanze a effetto fisiologico''. Il titolare delle due aziende e' stato denunciato per produzione di farmaci privi di autorizzazione.