Sala Consilina propone la treccia di fior di latte più lunga del mondo

Presentata a Sala Consilina la prima edizione di “Sala…gustando, la strada dei sapori, dei colori e delle tradizioni”. Per due giorni , 23 e 24 settembre prossimi, piazza Umberto I si trasformerà in un contenitore all’aperto che ospiterà prodotti tipici, degustazioni, mostre, convegni, iniziative promozionali per diffondere la cultura del rispetto dell’ambiente, sport e soprattutto un singolare Guinness dei primati.
In esposizione i prodotti tipici di varie regioni (Calabria, Campania, Basilicata e Puglia) e, in particolare, il sabato, dalle 17,30 alle 22,30, e la domenica, dalle 10,30 alle 22,30, esposizione e degustazione, fra l’altro, del fior di latte e del caciocavallo di Sala Consilina, del tartufo di Colliano, del carciofo bianco di Pertosa, delle nocciole di Giffoni, dei formaggi calabresi e lucani, dell’olio extravergine di oliva lucano, del miele della Basilicata, del broccolo salese, della soppressata locale, della birra artigianale cilentana, della pasta casereccia campana e lucana e del peperoncino calabrese, sponsor l’Accademia del peperoncino di Diamante.
“Sala…gustando” proporrà, inoltre, una mostra fotografica sulla lavorazione del fior di latte, i lavori del concorso di pittura estemporanea “Scopriamo Sala”, la banca dei semi salesi, il convegno (sabato ore 18,30) sul tema “Benessere, tipicità e ambiente”), la IV gara podistica interregionale “San Michele” (domenica ore 16,30), “cavatielli in piazza” (degustazione di pasta di casa condita con prodotti tipici Di Carlo-domenica ore 20,00) ed il singolare Guinness dei primati con la realizzazione della treccia di fior di latte più lunga del mondo.
Il Guinness, in programma dalle ore 19,30, sabato, 23 settembre, vedrà protagonisti 26 maestri casari, tutti salesi, che lavoreranno circa 40 quintali di latte crudo forniti dalla Centrale del Latte di Salerno. I casari dovranno prima realizzare tre fili di treccia, poi stenderli e quindi intrecciarli per dar vita alla treccia più lunga del mondo.
La singolarità, e, al tempo stesso, la difficoltà, consistono nel fatto che i fili della treccia dovranno essere “un unicum” continuo, ovvero si dovrà creare una treccia senza giunture. Tecnicamente, si tratta, di una vera e propria sfida quasi impossibile.
I casari lavoreranno a mani nude l’acqua bollente per la pasta di fior di latte e intrecceranno i tre fili di fior di latte senza l’ausilio dei macchinari.
Il tutto nel rispetto di una perfetta cronologia nella manualità (se si sbagliano i tempi soltanto di pochi secondi, la treccia si spezza o si indurisce né si riesce a lavorarla). Una volta realizzata, la treccia di fior di latte potrà essere degustata da tutti gli spettatori. E da Guinnes sarà anche il presentatore della serata: Antonio Fiorillo, l’attore più alto d’Italia con i suoi due metri e 10 centimetri di altezza, 51 di piede e i suoi 160 chili.
“Sala…gustando”, promossa dal Comune di Sala Consilina e dall’associazione Iride Onlus, gode del patrocinio della Regione Campania, della Provincia di Salerno, della Camera di Commercio di Salerno, della Centrale del Latte di Salerno, del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano e della Comunità Montana Vallo di Diano.

Sala Consilina
Comunicato stampa
Pasquale Lapadula