Riviera Ligure

L’olivo in Liguria ha origine antichissime datate intorno all’anno Mille, anche per merito dei Benedettini che l’hanno introdotto prima nell’Imperiese e dopo oltre che in zone limitrofe, nel resto della regione.
Già in epoca medioevale, numerosi documenti attestano varie donazioni di oliveti ad ordini ecclesiastici da parte di nobili e privati.
La coltura oivicola si sviluppò pienamente però soltanto nel 1500 , diffondendosi rapidamente nell’arco delle due Riviere e nell’entroterra. Tra il 1600 e il 1800 questa coltura raggiunse la massima espansione, ma anche un lento abbandono da parte dei coltivatori per le più varie ragioni.
Nei primi decenni del 1900 inizia la ripresa, anche per merito del sorgere di aziende olearie e di una maggior richiesta per la sua alta qualità che ha fatto ottenere all’olio extra vergine di oliva della Riviera ligure l’ambita D.O.P.
La D.O.P. prevede tre menzioni geografiche aggiuntive: Riviera dei Fiori, Riviera del Ponente Savonese e Riviera di Levante.
Riviera Ligure