Ristorexpo promossa da Lariofiere

Fervono i preparativi per l’ottava edizione di Ristorexpo, la
manifestazione dedicata alla ristorazione professionale e all’
enogastronomia promossa da Lariofiere con il patrocinio di Confcommercio e
in programma dal 19 al 23 Febbraio 2005.
L’appuntamento annuale che occupa un posto d’elite tra le manifestazioni
del settore, si caratterizza per il suo format decisamente innovativo che
combina un’area espositiva completa delle ultime novità in tema di
attrezzature, prodotti e servizi per la ristorazione professionale con gli
eventi di Cucina d’Autore, esempi di eccellenza e cultura enogastronomica.
Grazie a partner illustri come Slow Food, l’associazione Jeunes
Ristorateurs d’Europe, AIS e AIBES che nelle diverse edizioni la hanno
sostenuta, Cucina d’Autore ha sempre proposto eventi esclusivi, capaci di
raccontare agli operatori e al pubblico le tendenze e gli stili dell’alta
cucina nazionale ed internazionale, così come i percorsi di ricerca nella
tradizione enogastronomica.
Fra i momenti più attesi le cene d’autore, curate da grandi chef italiani
che presentano menù d’eccezione, combinazione di gusto, stile, innovazione
e sapienza gastronomica. Non solo alta cucina ma anche tradizione,
tipicità e ricerca con le proposte delle Osterie d’Italia. Anche quest’
anno infatti, quattro ristoranti segnalati nella famosa guida Osterie d’
Italia edita da Slow Food, prepareranno per il pubblico piatti-simbolo
della cucina territoriale, frutto di ricerca, interpretazione creativa
della tradizione e di un’attenta selezione delle materie prime, così come
nello stile Slow Food. Per non trascurare il ruolo delle ambientazioni nel
sublimare il piacere della tavola, riconfermato il progetto “Artisti per
cucina d’autore”: cinque giovani artisti ambienteranno attraverso le arti
figurative, la scultura, la fotografia e i nuovi strumenti digitali, gli
spazi di Cucina d’Autore. Anche la letteratura si fonderà con la cultura
del cibo e del vino nella rassegna “Giallo in tavola”: due famosi autori
noir si interrogheranno infatti, sulle relazioni tra cucina e brivido e su
come questo genere letterario abbia spesso dedicato ampie pagine ai
temi della tavola e del cibo.
Non mancheranno i momenti di formazione riservati agli operatori: ogni
giorno, da lunedì 20 a mercoledì 23 febbraio saranno proposti stage
tecnici per apprendere dai grandi maestri della cucina italiana le
tecniche di preparazione dei piatti e di lavorazione delle materie prime.
Illustri docenti, fra cui Claudio Sadler e Pietro Leeman, hanno gia
confermato la loro disponibilità per l’iniziativa, promossa e sostenuta da
Confcommercio Como.
Attenzione alle materie prime, alle fasi di produzione e al contesto
geografico di provenienza, significato culturale e sociale legato ad un
prodotto o ad un piatto, saranno anche i temi ispiratori e oggetto di
analisi nei Laboratori del Gusto, a marchio Slow Food.

Slow Food sarà di nuovo protagonista in un laboratorio riservato al
pubblico e dedicato al cibo quotidiano: a condurlo il vicepresidente
internazionale dell’associazione, Giacomo Mojoli ed Herbert Hintner, chef
patron del ristorante Zur Rose di San Michele Appiano e presidente
onorario dell’associazione Jeunes Restaurateurs d’Europe.

Come ogni anno ampio spazio verrà dato alle degustazioni, alle
dimostrazioni, ai concorsi per cuochi professionisti e per studenti degli
istituti alberghieri, che animano le cinque giornate di Ristorexpo.

La vera novità dell’edizione 2005 è però l’organizzazione dell’intero
programma secondo giornate tematiche, ciascuna dedicata ad una categoria
alimentare: si partirà così sabato 19 febbraio con il tema dei dolci, per
proseguire nelle giornate successive con le carni, il pesce, le verdure e
la pasta. Ciascuna categoria sarà il leit motive che accomunerà tutte le
iniziative in programma, dalle cene d’autore a quelle proposte nelle
osterie, dai laboratori del gusto fino agli stage tecnici, ai convegni ed
alle dimostrazioni.

Link http://lariofiere.com