Promosso dalle italiane lo Spumante per le Feste

Alle donne italiane lo spumante piace. Le inebrianti bollicine evocano, secondo un rapporto Ismea sul consumo di alcolici nelle donne, un vissuto allegro e aggregante fatto di convivialità e condivisione di eventi lieti con amici e familiari, ma anche un universo legato alla seduzione, alla sensualità e all’intimità.
Il bere viene quindi percepito come un piacere che assume connotazioni positive nella misura in cui è condiviso con altri e ad un calice di spumante vengono spontaneamente associate occasioni di festa come il Natale e il Capodanno, ricorrenze in genere o romantiche cene "tete a tete".
Le preferenze espresse dalle intervistate indicano un orientamento marcato per gli spumanti dolci, che di conseguenza ne circoscrive l’utilizzo a fine pasto e all’accompagnamento dei dessert. Solo una minoranza delle intervistate dimostra un apprezzamento per gli spumanti secchi, dimostrando quindi una propensione ad un consumo allargato ad altre occasioni e in abbinamento a cibi diversi (un pasto a base di pesce, l’aperitivo).
Rispetto allo Champagne, che viene percepito come più "austero" ed impegnativo, anche in termini di "palatabilità”, lo spumante viene ricondotto ad un modo di bere “leggero” oltre che italiano e più prossimo al vissuto emotivo delle intervistate.
Un discorso a parte, tra gli spumanti, lo merita il Prosecco, che sembra avere dei forti problemi di identità presso il target femminile. In particolare risulta poco conosciuto e non riconoscibile come spumante, poco moderno e adatto ad un pubblico meno giovane.
Emerge, in generale, una conoscenza degli spumanti estremamente limitata e superficiale.
Alle preferenze "emotive", infatti, non si associa un consumo dello spumante motivato da un apprezzamento consapevole ed informato del gusto del prodotto in sé e, nel processo di scelta e acquisto, un peso preponderante è rappresentato dai fattori di marca, prezzo e packaging.

Fonte: Naturalmenteitaliano

Il rapporto Ismea è scaricabile da Internet all’indirizzo:
http://www.ismea.it/RPrincipale.asp?FT=TRUE&area=6&sottoarea=7&filiera=20