Prodotti Dop e Igp: parte una campagna per promuoverli

E’ partito il Piano del Mipaaf per promuovere le produzioni tutelate

E’ partita il 3 dicembre scorso la campagna istituzione di promozione per aumentare la conoscenza e sostenere il consumo dei prodotti Dop e Igp promossa dal ministero per le Politiche agricole. L’iniziativa coinvolge anche i punti vendita della Grande distribuzione organizzata che hanno aderito e rientra nel quadro di azioni che il Mipaaf ha messo in campo per i prodotti di qualità certificata Dop, Igp protagonisti anche nell’ambìto di Expo Milano 2015.
“Con 839 prodotti certificati dall’Unione europea – è stato il commento del ministro Maurizio Martina – siamo leader assoluti nel campo della qualità con un patrimonio che vogliamo continuare a valorizzare al meglio attraverso azioni coordinate e strategiche per far crescere ancora un settore che già oggi vale più di 13,5 miliardi di euro e coinvolge circa 150mila imprese”. Nel corso dell’anno che sta per concludersi l’impegno del Ministero per la tutela e la promozione dei prodotti appartenenti al circuito tutelato è stato molto forte sia sul fronte nazionale che internazionale. In particolare, sono state messe in campo 4 azioni principali: è stato siglato ad Expo un accordo con la Gdo (nello specifico con Federdistribuzione, Ancc-Coop, Ancd-Conad) uno dei mercati più importanti a livello nazionale, con lo scopo di rilanciare i consumi dei prodotti a denominazione. Il protocollo di intesa garantisce tra l’altro una migliore informazione dei consumatori e favorisce una più facile individuazione dei prodotti Dop e Igp presso i punti vendita. Allo stesso tempo sono state rafforzate le attività di contrasto alla contraffazione dei prodotti a denominazioni anche sul web, nuova frontiera dell’agropirateria. Tali attività consentono di bloccare su internet i flussi di vendite di prodotti falsi o italian sounding. Inoltre, è stato realizzato un focus sulle indicazioni geografiche nel piano del Governo per il sostegno all’export del made in Italy. Per quanto riguarda invece la difesa del sistema delle denominazioni a livello internazionale, il Mipaaf sta portando avanti il suo impegno a fianco dell’Esecutivo nel negoziato Ue-Usa per un accordo globale di libero scambio e degli investimenti, il Ttip.