Presentazione a Torino dei ''Libri da gustare''

Venerdì 11 maggio, presso lo spazio RAI ERI della FIERA INTERNAZIONALE DEL LIBRO di Torino saranno presentati alla stampa e al pubblico i venti titoli "da gustare" del 2007.
L'iniziativa della Ca dj'amis, giunta quest'anno alla undicesima edizione, parte da una selezione operata da una commissione formata da giornalisti, gourmet e semplici appassionati di venti titoli dell’editoria nazionale in tema di territorio, tradizioni, storia in relazione al gusto.
Il pubblico potrà esprimere le proprie preferenze tramite apposite schede diffuse nel corso degli eventi promossi dalla Ca dj’Amis e nelle librerie aderenti all’iniziativa.
Sarà possibile votare attraverso i siti internet dell'Associazione, www.cadjamis.it e www.libridagustare.it, e sul sito www.traspi.net, partner dell’iniziativa.
I cinque titoli più votati saranno premiati a fine anno.
Nel corso dell'incontro sarà reso noto anche il programma dell'XI Edizione del Salone del Libro Enogastronomico e di Territorio (La Morra, 25,26,27 maggio)
Tremila volumi da assaporare come cibi prelibati: questa è la realtà della biblioteca tematica “Libri da gustare”, inaugurata nel giugno del 2005 dall’associazione “Ca dj’ Amis” (fondata nel 1975 da Claudia Ferraresi, pittrice, critico d’arte e donna del vino) di La Morra, splendido scorcio di Langa in provincia di Cuneo. Tremila volumi, distinti in sezioni tematiche, che rappresentano il meglio della letteratura enogastronomica e di territorio di tutti i tempi: accanto ai testi più recenti, infatti, il lettore curioso può trovare volumi rari, edizioni limitate, pubblicazioni di enti pubblici e associazioni, guide, con una particolare attenzione all’enogastronomia e al territorio. E come tutte le iniziative della “Ca dj’ Amis”, anche questa Biblioteca è uno spazio accogliente ed aperto a chiunque nutra interessi letterari golosi e disponibile per l’organizzazione di incontri con gli autori, tavole rotonde, presentazioni di libri.
Proprio da questa realtà ha ripreso vigore “Libri da Gustare – Salone del libro enogastronomico e di territorio”, manifestazione che si svolgerà a La Morra dal 25 al 27 maggio 2007 e che come ogni anno proporrà una selezione di titoli da “gustare”. Non si tratterà di una presentazione fine a se stessa: saranno poi infatti i lettori a votare il o i volumi preferiti, designando cinque finalisti, tra i quali un vincitore assoluto.
L’undicesima edizione della manifestazione presenterà alcune novità rispetto al passato. “La grande libreria”, mostra mercato del libro enogastronomico e di territorio, si terrà nella sola giornata di domenica 27 maggio e avrà come palcoscenico tutto il centro storico di La Morra, dalla parte bassa del paese fino ai bastioni. Agli editori si alterneranno produttori di eccellenze gastronomiche del Piemonte e spazi dedicati a momenti di degustazione, arte e musica.
I giorni precedenti, venerdì 25 e sabato 26 maggio, focalizzeranno l’attenzione del pubblico su due eventi di estrema importanza e, soprattutto, di grande peso e significato per la realtà e della “Ca dj’ Amis” e del panorama culturale non solo del nostro territorio. Il venerdì si terrà l’appuntamento annuale della consegna della “Ciao d’la Ca”, riconoscimento dell’associazione a personaggi che attraverso il proprio impegno hanno valorizzato l’ambiente, le tradizioni, l’identità e le radici dell’uomo
Da questi presupposti prenderà vita nella giornata di sabato un convegno dedicato a Giovanni Arpino, narratore e giornalista che ha saputo dipingere con la sua penna luoghi e personaggi indimenticabili del Piemonte e della sua provincia. Il 2007 segna i vent’anni dalla sua morte, ma ogni sua pagina, riletta oggi, è vera e viva come se fosse fresca di stampa.
Il programma del Salone del Libro Enogastronomico e di territorio evidenzia aspetti sociali e memorie da riconsiderare, come “le vite dure” della montagna e le professioni che hanno avuto un ruolo sociale importante e difficile nel passato.
Il 2007 segnerà una data importante non solo per La Morra, ma per altre realtà che ai libri e alla cultura dedicano da tempo ampi spazi. Partendo dalla “Fiera del Libro di Torino”, un filo ideale ma concreto unirà il “Salone del libro per ragazzi di Bra”, “Libri da gustare” di La Morra e la “Fiera del libro – Dalla penna d’oca al byte” di Porto Maurizio (Imperia). Quattro appuntamenti successivi che si proporranno come itinerario culturale – e turistico – per adulti e bambini, a significare che il libro va ben oltre il piacere di sfogliare pagine che suggeriscono e imprimono nella mente del lettore storie, fantastiche o reali, conoscenze e approfondimenti; il libro fa altri “miracoli”, come, e questa sinergia ne sarà un esempio, legare generazioni diverse, accompagnandole negli anni sullo stesso cammino.