Presentazione a Milano dei Vini d'Alsazia

Una delegazione di 19 produttori alsaziani ha presentato a Milano il patrimonio vinicolo della loro regione, l’Alsazia, per presentare le innumerevoli qualità dei vini alsaziani esaltando le variegate caratteristiche che li contraddistinguono. Sette sono i vitigni che danno vita a vini di grande importanza capaci di adattarsi alle occasione più diverse, dalle feste ai semplici momenti conviviali come pure alla quotidianità. I vini alsaziani si accomunano per la capacità di conferire una nota aromatica ad ogni momento goloso, dall’aperitivo alle occasioni importanti e si sposano in maniera egregia con tipi di piatti diversi come ad esempio insalate, frutti di mare, carni bianche, formaggi, dessert passando anche attraverso le cucine esotiche. Ecco quindi che le differenti varietà di vino rappresentate dalle denominazioni di origine controllata Aoc Alsace, Alsace Grand Cru e Crémant d’Alsace sapranno soddisfare i palati più esigenti. Sylvaner – Fresco e leggero, offre un bouquet discretamente fruttato di agrumi, fiori bianchi oppure note erbacee. Ottimo degustato con frutti di mare, pesce e salumi. Pinot Blanc – Tenero e delicato, possiede aromi fruttati e nuance floreali. Si sposa perfettamente con la maggior parte dei piatti. Riesling – Fine e strutturato, presenta note fruttate d’agrumi e degli accenni minerali. E’ il vino gastronomico per eccellenza, non ha eguali in abbinamento con pesce, crostacei e carni bianche. Muscat – Fresco e floreale, evoca la sensazione di sgranocchiare un grappolo d’uva croccante. Perfetto al momento dell’aperitivo. Pinot Gris – Opulento e ricco, questo vino offre aromi complessi di sottobosco talvolta lievemente fumé. Si sposa con foie gras, selvaggina, carni bianche, arrosti. Gewurztraminer – Robusto e ampio, si caratterizza per aromi fruttati, floreali e speziati. Si adatta al momento dell’aperitivo, a cucine esotiche, a piatti profumati e piccanti, a formaggi forti e dessert. Pinot Noir – Fresco e croccante, denota aromi di frutti rossi e leggere note di bosco. Si accompagna a carni rosse, selvaggina, salumi e formaggi di capra. Il Civa, Consorzio Interprofessionale dei Vini d’Alsazia, riunisce e rappresenta i produttori e maison della regione, che insieme si prodigano per la diffusione dei vini alsaziani nel mondo.