Pranzare in Sicilia con "Il sapore della legalità"

I terreni confiscati alla mafia e affidati all'associazione Libera, legata al Gruppo Abele di don Luigi Ciotti, è risaputo che abbiano creato lavoro per giovani agricoltori e disabili.
Oggi grazie a questi terreni si producono pasta, vino, legumi e meloni biologici.
Dal 21 gennaio al 3 febbraio, i prodotti – messi in commercio con il marchio di Libera Terra – sono gli ingredienti di dieci cene tematiche organizzate dalle condotte Slow Food della Sicilia, in varie localita' dell'isola.
L'iniziativa, dal titolo "Il sapore della legalita'. A tavola con i prodotti di Libera Terra",
rappresenta un' occasione per celebrare i prodotti dell'agricoltura siciliana e la volonta' di riscatto di una popolazione che vuole e puo' essere libera dalle mafie.
Info e prenotazioni: (cene di venerdi' 21 gennaio) Caltagirone, Claudio Grosso, cell. 335 405189 –
Caltanissetta, Pasquale Tornatore, cell. 348 3206302 –
Lentini, Salvatore Giuffrida, cell. 338 8135797 –
Messina, Itala, Milazzo, Rosario Gugliotta, cell. 335 8391030 (tre incontri)
Modica, Sergio Savarino, cell. 333 2487027
Piazza Armerina, Salvatore Giunta, cell. 347 6625613;
(cena di domenica 23 gennaio), Siracusa, Carmelo Maiorca, cell. 347 6557018;
(cena di giovedi' 3 febbraio), Trapani, Franco Sacca', cell. 349 8178279