''Potager Royal'' al Castello Reale di Racconigi

Sino a domenica 16 ottobre, nelle Margarie del Castello Reale di Racconigi, antica residenza sabauda dichiarata dall'UNESCO "Patrimonio Mondiale dell'Umanità", si svolge la rassegna biennale Potager Royal, celebrazione dei colori, dei profumi e dei sapori autunnali.
Potager Royal vuole essere una festa gioiosa dei frutti, degli ortaggi e dei legumi di ieri e di oggi, celebrazione di ciò che la natura offre nel periodo autunnale, di ciò che se ne può ricavare e di tutto quanto occorre alla preparazione di un buon potage, zuppa, pietanza autunnale per eccellenza.
L’iniziativa Potager Royal intende promuovere il patrimonio gastronomico dei territori nei pressi del Castello di Racconigi, facendo conoscere e gustare al pubblico prodotti rari e poco conosciuti. Si propone come una festa della cultura contadina, in cui sono presenti diversi avvenimenti dall’esposizione di attrezzi agricoli, a spettacoli a tema.
Potager Royalè non è una fiera ma un vero e proprio evento culturale. Oltre alla mostra mercato ci sono momenti dedicati all’arte, alla poesia, alla narrativa, alla musica.
Viene data dimostrazione della sfogliatura del mais, e viene costruita "in diretta" una pantalera per farlo essiccare. Il mais stesso viene coltivato biologicamente nel parco di Racconigi, ed ogni anno viene sfogliato a mano ed essiccato seguendo ritmi naturali, per poi essere macinato a pietra. Inoltre nel cortile delle Margarie sono state allestite aree dove poter pranzare e, durante l'intera giornata, degustare i prodotti esposti.
In uno spazio dedicato ai bambini è stato allestito un orto didattico per far scoprire, provando e giocando, ai ragazzi in visita scolastica le meraviglie della natura.
All’interno di questa manifestazione si possono visitare nelle scuderie la mostra “Rodolfo Allasia e le sue verdure all’olio”, tele in cui l’artista rappresenta diversi ortaggi, dalla melanzana al finocchio, dalla zucca alla trevigiana.
Sempre nella stessa occasione è visitabile la mostra "I fratelli Roda compositori di giardini". L’allestimento scenico curato da Progetto Cantoregi, ripercorre le tappe del viaggio dei fratelli Roda per l’Europa pagato dall’Azienda della Real Casa per far imparare loro l’arte dei giardini.
Il sotto serra, per la prima volta aperto al pubblico, si presenta in tutta la sua bellezza architettonica. In questo ambiente, al tempo di Carlo Alberto, venivano fatte importanti sperimentazioni agricole. L’emozionante allestimento scenico fa rivivere con l’aiuto di immagini, profumi e poesie il viaggio dei fratelli Roda, da Milano a Vienna, dalle serre e dalle tenute agricole londinesi ai campi di tulipani dell’Olanda.
La mostra intende anche sottolineare e rivelare l’articolata figura del giardiniere ottocentesco: tra disegni prospettici, bagnurd’epoca, serrette di vetro, solfati di ferro, frutti e fiori, il pubblico comprenderà che “il giardiniere” non era solo un coltivatore di ananassi, ma anche un tecnico dotato di raffinate competenze, un architetto, un compositore di paesaggi e in ultimo anche un po’ un apprendista stregone.
L'evento comprende una serie di serate che vedono protagoniste le cucine del Castello, che tornano in “funzione” per offrire ai partecipanti una commistione tra cena e spettacolo, durante il quale si possono gustere potage e piatti preparati con gli ortaggi e i frutti protagonisti della manifestazione, godendo della vista di un allestimento semplice ma di grande impatto, fatto di suoni, colori e musica, con la partecipazione di personaggi che intervengono durante la serata per creare situazioni che uniscono la suggestione al divertimento.
Nella giornata di domenica 16 ottobre, nel pomeriggio, l’Accademia dei Folli presenterà “Potager Global” con momenti di narrazioni e di musica.

Fonte: Fondazione Castello di Racconigi