Pomodori e broccoli contro il cancro della prostata

I pomodori e i broccoli, conosciuti singolarmente per le loro proprietà anticancro, possono avere un effetto supplementare contro il cancro della prostata quando entrambi fanno parte della dieta quotidiana piuttosto che quando sono mangiati da soli, e questo se i risultati prodotti da uno studio sugli animali può essere replicato negli esseri umani.
"Quando i pomodori e i broccoli sono mangiati insieme, si nota un effetto cumulativo. Si pensa che ciò sia dovuto ai differenti residui bioattivi che in ogni alimento lavorano su differenti vie anticancro," dice il capo ricercatore, john erdman dell'Università dell’illinois. Scrivendo sulla pubblicazione del 15 gennaio 2007 di “ricerca sul cancro”, Erdman ed i suoi colleghi segnalano che i topi di laboratorio con cellule di cancro impiantate nella prostata, se alimentati con una dieta per il 10 per cento a base di polvere di pomodoro e per il 10 per cento a base di polvere di broccolo, vedono il cancro ridursi sensibilmente rispetto al cancro presente nei topi alimentati con una dieta controllata o una dieta contenente soltanto polvere di pomodoro o di broccolo, o completato con lycopene.
I ricercatori hanno impiantato tumori della prostata dunning r3327-h in 206 topi maschi di copenhaghen e successivamente li hanno assegnati ad uno di sei gruppi dietetici: 10 per cento di polvere di broccoli e 10 per cento di polvere del pomodoro (combinazione di 10:10); 5 per cento di polvere di broccoli e 5 per cento di polvere del pomodoro (combinazione di 5:5); soltanto 10 per cento di polvere di broccoli; soltanto 10 per cento di polvere di pomodoro; o
completamento di lycopene (23 o 224 nanomoles per grammo dieta – perline del lycopene di dsm).
Dopo 22 settimane di alimentazione basata su queste diete, i ricercatori hanno segnalato che i supplementi di lycopene sono stati associati con il sette e il 18 per cento di riduzione del formato della prostata per le 23 o 224 dosi di nmol/g, rispettivamente, mentre la polvere di pomodoro soltanto e la polvere di broccolo soltanto, sono stati associati rispettivamente con 34 e 42 per cento di riduzione.
La combinazione di 10:10 di polvere di broccoli e di polvere di pomodoro è stata associata con una riduzione del 52 per cento del peso del tumore, affermano i ricercatori.
"La combinazione della polvere di pomodoro e della polvere di broccolo era più efficace nel rallentare la crescita del tumore che la polvere di pomodoro o di broccolo da soli e sostiene le raccomandazioni della sanità pubblica ad aumentare il consumo di una varietà di componenti vegetali," scrivono i ricercatori.
Il meccanismo dietro gli apparenti benefici, hanno detto, è che i "phytochemicals" presenti nelle verdure, come lycopene nei pomodori e glucosinolati nei broccoli, potrebbero indurre l’apoptosis, o la morte programmata delle cellule, nelle cellule di cancro.
Ulteriori studi sono necessari per verificare questi risultati, con un'esigenza particolare rivolta agli studi umani: "questi risultati forniscono il supporto per le future prove di prevenzione umana basate sugli interventi nell’alimentazione," hanno detto.
I ricercatori hanno suggerito che, dai risultati attuali, un uomo di 55 anni interessato circa lo stato di salute della prostata potrebbe trovare giovamento aumentando l’assunzione delle verdure.
"Per ottenere questi effetti, gli uomini dovrebbero consumare quotidianamente 1.4 tazze di broccoli crudi e 2.5 tazze di pomodori freschi, o 1 tazza di salsa di pomodori, o di metà tazza di estratto di pomodoro,” dichiara Kirstie Canene-Adams capo autore.
Il prof. Erdman ha detto che lo studio ha mostrato che mangiare gli alimenti nella loro totalità è meglio che il consumo dei loro componenti: "è meglio mangiare i pomodori che prendere un supplemento del lycopene. E i pomodori cucinati possono essere migliori dei pomodori crudi.
Tagliare e riscaldare rende gli elementi dei pomodori e dei broccoli che combattono il cancro più efficaci".
"Quando i pomodori sono cucinati, per esempio, l'acqua è rimossa e le parti più salutari sono concentrate. Questo non significa che dovreste stare lontani dai prodotti freschi. La lezione qui, penso, è di mangiare una varietà di frutta e di verdure preparate in una varietà di modi", aggiunge Canene-Adams.
Commentando indipendentemente la ricerca, la dott.ssa Julie Sharp, responsabile delle informazioni sul cancro presso la British Charity, Cancer Research UK, sostiene: "mentre questo lavoro appoggia i suggerimenti precedenti che sia i broccoli sia i pomodori possono contenere prodotti chimici con proprietà anticancro, i loro effetti sugli esseri umani sono ancora poco chiari. Questa ricerca è stata condotta in laboratorio ma gli studi di queste verdure su un numeroso campione di persone hanno prodotto risultati contraddittori.
"Tuttavia sappiamo che una dieta sana equilibrata può contribuire a ridurre il rischio di cancro e dovrebbe includere in abbondanza verdura e frutta fresche.
Il consumo di pomodori e di broccoli ha
potuto contribuire a che la gente consumasse le proprie cinque porzioni al giorno."
Oltre mezzo milione di nuovi casi di cancro alla prostata sono diagnosticate ogni anno in tutto il mondo, e il cancro è la causa diretta oltre 200.000 morti. Più preoccupante è l'incidenza che la malattia sia aumentata dell’ 1.7 percento in 15 anni.